Belve, Paola Turci: “Ho subito molestie quando ero una ragazzina” Articolo - Video

$photogallery_img_class))."\n";?>
Paola Turci e il cinema: da Anna Magnani alla canzone con Marco Giallini

“La canzone in romanesco è una canzone piena di libertà e senza regole. – commenta Paola Turci a proposito di Ma dimme te – Parla delle donne della mia famiglia, di quel tipo di donna che ho preso sempre ad esempio. Anna Magnani mi ha ispirato molto, di fronte a un uomo è nello stesso tempo forte e fragile. Ho scelto Giallini invece perché lui incarna l’uomo tipico, bello, affascinante e che con quella voce ti può dire e fare tutto. Infatti alla fine si fa gli affari suoi (ride, ndr)”.

Nell'ultima puntata di Belve, Paola Turci si confessa con Francesca Fagnani su un episodio di molestie subito in passato.
Vai all'articolo completo

Grazia Cicciotti

Giornalista e divanista: amo scrivere, ma più di ogni altra cosa amo lavorare seduta.

ROMA

Newsletter

Iscriviti a Funweek,
ogni settimana il meglio di
cinema, tv e gossip!