Alessandro Borghi: ‘Suburra è stato l’inizio di tutto. Ho avuto la mia grande opportunità’ Video

Su Netflix il 22 febbraio arriverà Suburra 2. Nei panni di Aureliano troviamo nuovamente Alessandro Borghi "Suburra è stato l'inizio di tutto, la mia grande opportunità'

Dal 22 febbraio preparatevi a vivere forti emozioni con Alessandro Borghi Suburra 2. Tanti colpi di scena e tanti volti nuovi, ma anche certezze. Ritroveremo appunto Aureliano e anche Spadino (Giacomo Ferrara), Lele (Eduardo Valdarnini), Samurai (Francesco Acquaroli), Amedeo Cinaglia (Filippo Nigro) e Sara Monaschi (Claudia Gerini).

LEGGI ANCHE:– Suburra la serie: in arrivo su Netflix la seconda stagione

Alessandro Borghi: ‘Suburra è stato l’inizio di tutto. Ho avuto la mia grande opportunità’

Un anno d’oro questo per Borghi: il film su Stefano Cucchi ‘Sulla mia pelle’ prodotto sempre da Netflix e che lo vede protagonista, è candidato a 9 David Di Donatello. Ma Alessandro precisa:

“Suburra è stato l’inizio di tutto. – racconta l’attore durante la conferenza stampa – Non parlo solo della serie, ma del film che è stato l’inizio la mia grande opportunità”.

Per Alessandro Borghi Suburra 2 suscita tante emozioni, alcune molto belle molto felici, ma anche un po’ di nostalgia. Perché all’interno lui vede un percorso che dura da anni appunto, considerando che al principio ci fu il film diretto da Stefano Sollima.

“Questo mestiere – prosegue l’attore – è molto complesso sopratutto in questo paese, dove ci sono poche cose da fare e ancor meno interessanti all’interno di queste poche. Quindi bisogna essere fortunati, avere l’opportunità di poter raccontare qualcosa di poter dimostrare qualcosa. Ed io questa opportunità grazie a Suburra l’ho avuta.”

Foto crediti@kikapress

Elena Balestri

Toscana, una laurea in Architettura e un grande amore per il teatro e il raccontare storie. Su Funweek vi racconterò il mondo del Cinema e della TV.