Roma, ragazzo preso a pugni perché aveva chiesto un selfie a Vladimir Luxuria Video

Vladimir Luxuria denuncia un terribile fatto accaduto al termine della registrazione della puntata del Maurizio Costanzo Show fuori i Lumina Studios di Labaro a Roma

Sconvolgente: un pugno assestato ad un ragazzo perché aveva chiesto un selfie a Vladimir Luxuria. È stata proprio l’ex politica e conduttrice televisiva a denunciare il grave evento su Twitter con un self tape in cui narra i suoi ricordi in prima persona.

LEGGI ANCHE : >> Disavventura nel camerino per Vladimir Luxuria: l’insulto della truccatrice

Erano appena terminate le riprese della nuova puntata del Maurizio Costanzo Show. Luxuria stava lasciando i Lumina Studios di Labaro, a Roma, accompagnata fuori in macchina dal suo autista. C’era un gruppetto di persone – che avevano seguito la trasmissione – ad attendere fuori dai cancelli per un autografo o un selfie.

Un ragazzo preso a pugni: Vladimir Luxuria spiega l’accaduto

Quando li ho visti ho detto all’autista di fermarsi racconta Vladimir Luxuria nel video. “Ed è stato a quel punto che un ragazzo molto giovane mi ha chiesto un selfie. Stavo per sporgermi dalla macchina per fare il selfie, quando questo ragazzo è stato colpito da un cazzotto alla mandibola di cui mi è rimasto in testa ancora il rumore sordo”.

È stato un uomo della sicurezza a colpire il giovane. Luxuria si è fermata, quindi, per soccorrere il ragazzo e accompagnarlo al vicino presidio dell’ambulanza. Ha intrapreso una discussione con l’addetto alla sicurezza, non trovando assolutamente consono un atteggiamento così violento nei confronti di un ragazzo che stava solo per scattarsi una foto con lei. Infine ha incoraggiato lo sventurato fan a denunciare l’accaduto.

“Ho chiesto al ragazzo di sporgere denuncia contro quest’uomo, mentre io lo farò pubblicamente”

Preso a pugni per un selfie: la reazione degli utenti

La storia del ragazzo preso a pugni per aver chiesto un selfie ha rapidamente fatto il giro della rete. A quanto pare la produzione ha preso subito provvedimenti, licenziando l’addetto alla sicurezza protagonista di questo brutto episodio. Fra i commenti sotto al video qualcuno si chiede se licenziare in tronco un dipendente per via di un incidente non sia un’esagerazione; lapidaria la risposta di un altro utente:

Non c’è discolpa possibile in un aggressione, chi fa sicurezza in modo serio sa benissimo che il contatto fisico è l’ultima risorsa.

Alessandra Zoia

Nata e cresciuta a Roma, mi piace girare per eventi con videocamera alla mano. Passioni in ordine sparso: arte, danza, calcio, comics, games e videogames, cinema, teatro, serie tv, musica. Book addicted. Sono una nerd prestata alla nightlife.

ROMA

Newsletter

Iscriviti a Funweek,
ogni settimana il meglio di
cinema, tv e gossip!