La realtà delle fotografe. 3 seminari sulla storia della fotografia al femminile con Rosa Maria Puglisi

Dal 19 ottobre al 18 gennaio
via costanzo cloro 58
La realtà delle fotografe. 3 seminari sulla storia della fotografia al femminile con Rosa Maria Puglisi

WSP photography presenta La realtà delle fotografe, tre seminari sulla storia della fotografia al femminile, con Rosa Maria Puglisi, il 19 ottobre, 23 novembre, e 18 gennaio alle ore 19.

In Italia solo a partire dagli Anni Sessanta si assiste ad un ingresso, significativo nei numeri, delle donne in fotografia. La storia di questo “altro sguardo” sulla realtà ha, però, un passato ben più lungo e glorioso, che s’intreccia in vario modo con la ricerca fotografica tout court e con l’evoluzione di questa arte sin dai suoi albori.

In questo ciclo di seminari ripercorreremo alcune delle tappe più importanti di questa “storia della fotografia al femminile”, attraverso l’opera di autrici sia celeberrime che meno note, dall’Ottocento
ai nostri giorni.

19 ottobre – Pioniere e sperimentatrici
Il primo degli incontri è dedicato alle quelle figure femminili che hanno attivamente contribuito, con le loro ricerche estetico-fotografiche, a dare una forma al nuovo mezzo, dando alla fotografia autonomia e dignità artistica nei confronti della pittura pur all’interno di un continuo dialogo con le arti visive e performative, in una cornice storica e culturale che determinerà i primi concreti passi verso l’emancipazione della donna.

23 novembre – Fotografia al femminile e testimonianza obiettiva del mondo
La seconda tappa di questo percorso è dedicata alle fotoreporter che hanno raccontato la storia e la società del loro tempo secondo i dettami del reportage classico, proponendo – al pari dei loro colleghi uomini – una visione “diretta” e una testimonianza oggettiva, ma non per questo meno personale, della realtà

18 gennaio – Fotografia al femminile e racconto soggettivo della realtà
Nel terzo incontro si delineerà una tendenza che ha contraddistinto molta della produzione fotografica femminile dagli Anni Sessanta ad oggi: quella di un racconto della realtà vissuto, coinvolto e riferito “da dentro” situazioni, anche ai limiti del riferibile, spesso controverse oltre che intrecciate al vissuto delle autrici.

delle autrici.

Modalità di partecipazione
I seminari sono a numero chiuso. Per partecipare a ciascuno dei seminari è obbligatorio prenotarsi inviando una mail a: info@collettivowsp.org specificando la data o il titolo del seminario a cui si vuole partecipare.
Il costo di partecipazione di ogni seminario è di 10 euro.
Ricordiamo che WSP Photography è un’associazione culturale affiliata all’ENAL pertanto l’ingresso e tutte le attività, sono riservate ai soli soci. In occasione dei seminari la tessera sarà rilasciata gratuitamente a chi ne fosse sprovvisto

Rosa Maria Puglisi nasce a Giarre (CT) nel 1967. Dopo la maturità classica si laurea presso l’Accademia di Belle Arti di Catania e si abilita all’insegnamento. Ha un master in “Video, Fotografia,Teatro e mediazione artistica nella relazione d’aiuto”. Nel 1992 frequenta la scuola “Donna Fotografa” di Giuliana Traverso a Milano. Si stabilisce poi a Roma, dove si perfeziona come fotografa presso l’ISFCI; lì insieme ad altri studenti viene selezionata per un progetto di reportage nei luoghi della psichiatria dopo la legge Basaglia. Successivamente lavora come freelance. Dal 2000 in poi ha scritto di fotografia in vari siti specializzati (Cultframe, Fotologie, La Critica, e l’Enciclopedia delle donne) e sul suo blog, “Lo Specchio incerto”. Ha una lunga esperienza d’insegnamento in enti pubblici e privati, e insegna al corso Superiore professionale biennale dell’Istituto Italiano di Fotografia (Milano), e al Master biennale di fotografia di Exusphoto (Roma). E’ inoltre docente del Corso di formazione triennale in Artiterapie (indirizzo: arti visive, foto, video e teatro) di Nuove Arti Terapie.

Dal 19 ottobre al 18 gennaio
via costanzo cloro 58

Segnala il tuo evento

Dai visibilità al tuo evento, segnalalo a Funweek.it

Ti aspettiamo!