Effetto Notte Roma 2021 a Santa Croce in Gerusalemme

Effetto Notte Roma 2021 a Santa Croce in Gerusalemme

PROGRAMMA PROSSIME PROIEZIONI

venerdì 30 luglio
ore 20.00
Concerto: Banda del Primo Reggimento Granatieri di Sardegna (presso il Museo della Fanteria)
ore 21.00
Valerio Mieli presenta RICORDI?
proiezione preceduta da Una coppia (2020) di Davide Petrosino

sabato 31 luglio

ore 20.00
Concerto: 100° anniversario della nascita di Astor Piazzolla. I più celebri tanghi e milonghe. Da Roma a Buenos Aires. Orchestra da Camera Fiorentina diretta dal M° Giuseppe Lanzetta (a cura del Museo Nazionale degli Strumenti Musicali)
ore 21.00
Rocco Papaleo presenta ROCCO E I SUOI FRATELLI di Luchino Visconti
proiezione preceduta da Storia triste di un pugile scemo (2017) di Paolo Strippoli


MODALITÀ DI INGRESSO

È raccomandata, ma non obbligatoria, la prenotazione del posto sul sito:
https://www.fondazionecsc.it/prenotazione-evento/
Le proiezioni sono gratuite e l’ingresso è consentito fino ad esaurimento posti.
La manifestazione è organizzata nel rispetto delle vigenti norme anti-Covid 19.
Per eventuali aggiornamenti visita il nostro sito: www.fondazionecsc.it

Nove giorni all’insegna del cinema italiano di ieri, oggi e domani, con un omaggio speciale al grande direttore della fotografia Giuseppe Rotunno. Tra gli ospiti Massimo Cantini Parrini, Andrea De Sica, Ginevra Elkann, Claudio Giovannesi, Mario Martone, Valerio Mieli, Susanna Nicchiarelli, Rocco Papaleo, Sydney Sibilia

Dal 23 al 31 luglio torna a Roma, nell’Area Archeologica di Santa Croce in Gerusalemme, EFFETTO NOTTE, l’ormai “storica” iniziativa a ingresso gratuito promossa dalla Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia d’intesa con la Direzione generale Cinema e audiovisivo del MiC. Al centro dell’edizione di quest’anno l’omaggio a Giuseppe Rotunno, scomparso lo scorso 7 febbraio: non un “semplice” direttore della fotografia, seppure tra i più grandi della storia del cinema, ma – riflette Alberto Anile, Conservatore della Cineteca Nazionale – un autentico «illuminatore di sogni d’altri, la porta attraverso cui i registi più diversi hanno fatto passare le proprie visioni. Un artista flessibile, demiurgo delle intenzioni più azzardate. Un maestro umile e generoso, pacato come il tono in cui discorreva, prodigo di consigli ed esperienze da tramandare; non è un caso che l’ultima parte della sua carriera sia stata devota al paziente restauro di pellicole, sue e non, e all’insegnamento al Centro Sperimentale di Cinematografia».

In programma una selezione di classici firmati da Rotunno, provenienti dal CSC – Cineteca Nazionale e dalla Cineteca di Bologna, “presentati” da alcuni nomi di punta del cinema italiano contemporaneo: l’apertura e la chiusura sono nel segno di Luchino Visconti, con Il Gattopardo (accompagnato dal costumista candidato all’Oscar Massimo Cantini Parrini) e Rocco e i suoi fratelli (ospite della serata Rocco Papaleo). E di Visconti si vedrà anche Il lavoro, episodio di Boccaccio ’70, in tandem con un altro capolavoro di brevità, Toby Dammit di Federico Fellini (presentato da Susanna Nicchiarelli). Ancora Fellini con Roma (a introdurlo Andrea De Sica) e poi un film di Mario MonicelliI compagni, che vede nel cast una giovanissima Raffaella Carrà (un omaggio nell’omaggio) e sarà accompagnato da Claudio Giovannesi. A Rotunno sarà inoltre dedicata una Videomostra che ne ripercorrerà la carriera, attraverso la proiezione di foto di scena e fotogrammi dei suoi grandi film.

Accanto al cinema di ieri, spazio anche a quello di oggi, sempre con un focus sul lavoro sulla luce (tema portante di questa edizione), con quattro film recenti “fotografati” da altrettanti direttori della fotografia che di Rotunno sono stati allievi diretti al Centro Sperimentale o ne hanno comunque raccolto idealmente il testimone: Valerio Azzali (L’incredibile storia dell’Isola delle Rose), Daria D’Antonio (Ricordi?), Ferran Paredes Rubio (Il sindaco del rione Sanità), Vladan Radovic (Magari). Tutti i film saranno presentati dai rispettivi registi: Sydney SibiliaValerio MieliMario Martone Ginevra Elkann.

Insieme al passato e al presente, l’attenzione sarà rivolta anche al futuro del nostro cinema: tornano infatti i giovani registi esordienti del Centro Sperimentale di Cinematografia: sempre accolti con grande entusiasmo e curiosità dal pubblico, anche quest’anno in programma saggi di diploma ed esercitazioni realizzati dagli allievi del CSC, scelti in un dialogo ideale e costante con i film a cui si accompagneranno.

Effetto Notte non è però solo cinema: accanto alle proiezioni, spazio alla musica (con i concerti “a tema” organizzati dal Museo Nazionale degli Strumenti Musicali e dal Museo Storico dei Granatieri di Sardegna) e alle visite guidate, che tutti i giorni, dalle 18.30 alle 20.00, permetteranno di scoprire i tesori dell’Area archeologica di Santa Croce in Gerusalemme, del Museo Nazionale degli Strumenti Musicali e del Museo Storico dei Granatieri di Sardegna.