XXVI° edizione di Romics: dal 3 al 6 ottobre l’obiettivo è sul fumetto nazionale

Torna Romics 2019 dal 3 al 6 ottobre; l'edizione numero 26 promette di puntare l'obiettivo sul fumetto nazionale.

La  XXVI° edizione di ‘Romics’, festival internazionale del fumetto, animazione, cinema e games, è in programma, da giovedì 3 a domenica 6 ottobre, nella Nuova Fiera di Roma con un programma ricco di incontri ed eventi.

Leggi anche:– Igort debutta al cinema con ‘5 è il numero perfetto’

XXVI° edizione di Romics: dal 3 al 6 ottobre l’obiettivo è sul fumetto nazionale

In particolare, quest’anno l’attenzione è centrata sul grande fumetto italiano con alcuni nomi d’eccellenza come Altan, maestro della satira italiana, che presenterà in prima nazionale il suo romanzo a fumetti ‘Uomini ma straordinari’. Per poi passare a Tito Faraci, Romics d’oro di quest’anno, uno dei più importanti sceneggiatori italiani di fumetto che ha creato storie per Topolino, Dylan Dog, Tex, Diabolik, Magico Vento, ed è stato uno dei primi scrittori italiani a lavorare anche per personaggi di fumetti americani come Spider-Man, Devil e Capitan America.

Imperdibile perciò quest’appuntamento insieme a quelli con importanti autori che hanno collaborato con lui come Giorgio Cavazzano, autore de ‘L’uomo ragno e il segreto del vetro’, Silvia Ziche autrice di ‘Lucrezia’, ed Enrico Fornaroli, fumettista e docente. Il percorso attraverso il fumetto italiano prosegue con il secondo Romics d’oro 2019, Federico Bertolucci, talentuoso disegnatore, candidato agli Eisner Awards che presenterà in anteprima il cofanetto Brindille. 

Uno spazio di rilievo, poi,  è dedicato allo sceneggiatore Furio Scarpelli con una mostra antologica di oltre 200 originali dal titolo ‘Furio Scarpelli: pennello, china e macchina da scrivere. Appare così chiaro che lo sceneggiatore di film che vanno da ‘Totò cerca casa’ a ‘I Soliti ignoti’ era anche un grande disegnatore.

Terzo Romics d’oro di questa edizione è, invece, Stuart Penn uno dei padri dei moderni effetti digitali che lavora oggi come visual effects supervisor per lo studio inglese Framestore. Il suo nome è legato a film premiati con l’Oscar quali ‘Gravity’ di Alfonso Quaron, ‘La bussola d’oro’ di Chris Weitz e ‘Avatar’ di James Cameron. Fra le altre e tante iniziative non poteva mancare, da giovedì 3 a sabato 5 ottobre, ‘I Castelli animati’, festival internazionale del cinema di animazione.

Organizzato da Romics e dall’associazione I Castelli animati, presenterà l’arte del cinema di animazione nelle sue sfaccettature più varie. Spazio anche alla grande musica che da sempre ha accompagnato il grande cinema. ‘Da Superman a Harry Potter: Il viaggio dell’eroe’ è un evento  nel quale  70 professori d’orchestra eseguiranno una selezione dai nuovi classici dei film di genere. Immancabile poi uno sguardo al Giappone: ecco così l’incontro di sabato 5 ‘Fenomeno Giappone, dai manga e gli anime ai nuovi trend’, con le novità per il 2020.

Queste solo alcune delle iniziative che animeranno la prossima edizione di ‘Romics’, una manifestazione che tutti gli appassionati del settore e quelli che, più in generale, amano i fumetti non dovrebbero mai perdere.

Crediti@Ufficio Stampa

ROMA

Newsletter

Iscriviti a Funweek,
ogni settimana il meglio di
cinema, tv e gossip!