‘Si può vivere così?’ Rita Dalla Chiesa mostra il terrazzo mezzo distrutto per colpa del vento

Rita Dalla Chiesa ha deciso di mostrare le condizioni del suo terrazzo dopo il forte vento di questi giorni che ha colpito non solo la capitale. La nota giornalista si sfoga: 'Le potature sono sempre state un optional'
- - Ultimo aggiornamento
loading

Anche Rita Dalla Chiesa alle prese con i danni del maltempo degli ultimi giorni. Le forti raffiche di vento hanno causato problemi all’abitazione della conduttrice: il suo terrazzo è quasi distrutto, come dimostra la foto pubblicata su Instagram. Ma lo sfogo di Rita va oltre e punta il dito contro la mancanza di cura del verde pubblico a Roma.

Il maltempo distrugge il terrazzo di Rita Dalla Chiesa

Il maltempo degli ultimi giorni non ha risparmiato davvero nessuno a Roma. Le forti raffiche di vento, in realtà, si sono abbattute su gran parte del Centro Sud causando gravi danni e provocando, in alcuni casi, anche vittime e feriti.

LEGGI ANCHE: Roma, ecco le principali cause della caduta dei pini domestici in città >>

Anche Rita Dalla Chiesa ha subito gli effetti delle pessime condizioni meteo e ha pubblicato una foto su Instagram per mostrare cosa successo a casa sua.

Il mio terrazzo mezzo distrutto e un albero completamente appoggiato sul palazzo di fronte” ha scritto la conduttrice accanto allo scatto che ritrae i danni all’esterno dell’abitazione.

La denuncia di Rita Dalla Chiesa

Ma quello di Rita Dalla Chiesa non è un semplice sfogo per il forte vento. Quanto scritto sui social appare come l’ennesima denuncia dei tanti disservizi che attanagliano la città di Roma.

Dopo aver puntato il dito contro la drammatica situazione dei rifiuti nella capitale, ora la conduttrice evidenzia la mancata manutenzione del verde pubblico.

I Pini che cadono come birilli a Roma –scrive ancora su Instagram – Manca il personale per il Servizio Giardini. Le potature sono sempre state un optional. Le radici non hanno più’ spazio per estendersi, hanno sollevato marciapiedi e asfalto. Si può’ vivere (e morire, purtroppo) così’?”.

(foto @kikapress)