Pantheon, 5 curiosità che in pochi conoscono su uno dei monumenti più famosi e visitati di tutta Roma Articolo - Video

$photogallery_img_class))."\n";?>
Com'è stato costruito il Pantheon?

Il Pantheon nella sua forma originale era un edificio cilindrico in calcestruzzo. All’interno erano ricavate grandi nicchie contenenti le statue delle divinità. Il tutto era sormontato da quella che ad oggi è ancora una delle più grandi cupole del mondo. Questo tempio è un gioiello dell’ingegneria dell’antica Roma: infatti la distanza fra il pavimento e la sommità della cupola è identico al diametro dell’edificio, facendo del Pantheon sostanzialmente una sfera perfetta.

L’oculus della cupola, il foro che si trova sulla sommità della semisfera, rimane una delle caratteristiche più ammirate di questo edificio. Oltre a funzionare come un orologio solare, che segna il passare delle ore e delle stagioni, l’oculus è fondamentale anche per lo svolgimento di una particolare tradizione. Il giorno di Pentecoste infatti, a fine messa, nel Pantheon piovono petali di rose rosse, per celebrare la discesa dello Spirito Santo sugli Apostoli.

Il Pantheon a Roma è sicuramente una delle attrazioni turistiche più visitate e deve il suo fascino alle sue caratteristiche architettoniche e a tanti piccoli misteri: chi l'ha costruito? E cosa succede nel Pantheon quando piove? Ecco cinque cose che forse non sapevate sull'edificio in Piazza della Rotonda
Vai all'articolo completo

Alessandra Zoia

Nata e cresciuta a Roma, mi piace girare per eventi con videocamera alla mano. Passioni in ordine sparso: arte, danza, calcio, comics, games e videogames, cinema, teatro, serie tv, musica. Book addicted. Sono una nerd prestata alla nightlife.

ROMA

Newsletter

Iscriviti a Funweek,
ogni settimana il meglio di
cinema, tv e gossip!