Natale 2022, l’Abruzzo addobberà Piazza San Pietro! Ecco quando verrà acceso l’Albero di Natale

L'albero che addobberà Piazza San Pietro proviene dall'Abruzzo. In particolare dal Comune di Rosello, in provincia di Chieti
- - Ultimo aggiornamento
Natale 2022, l’Abruzzo addobberà Piazza San Pietro! Ecco quando verrà acceso l’Albero di Natale

Nel Natale 2022 a Piazza San Pietro ci sarà lo zampino dell’Abruzzo. Da qui infatti proviene l’albero donato per i tradizionali addobbi. Per la precisione sarà il Comune di Rosello, in provincia di Chieti, a donare l’albero di Natale per l’addobbo di piazza San Pietro, a Città del Vaticano. Lo ha fatto sapere il sindaco Alessio Monaco in occasione del Festival del turismo esperienziale.

Leggi anche: >> Accadrà per la prima volta sotto Natale a Roma: rimarrai a bocca aperta

Quando verrà acceso l’albero in Piazza San Pietro

L’illuminazione dell’albero di Natale si terrà in piazza San Pietro sabato 3 dicembre, alle 17. A presiedere la cerimonia sarà il cardinale Fernando Vérgez Alzaga, presidente del Governatorato dello Stato della Città del Vaticano. L’albero rimarrà in Piazza San Pietro fino alla conclusione del tempo natalizio, ovvero fino a domenica 8 gennaio 2023. Data che coincide con la festa del Battesimo del Signore.

Da dove arriva l’albero?

L’albero che arriverà in Piazza San Pietro è un abete bianco di circa 30 metri proveniente da Rosello. Si tratta di un piccolo borgo montano di 182 abitanti situato nel medio Sangro tra le bellezze naturali di quello che un tempo era l’Abruzzo Citeriore, al confine con il Molise. Qui ci si può imbattere in un vero e proprio patrimonio ambientale. Una riserva naturale regionale che custodisce uno splendido bosco monumentale. Istituita nel 1992, la Riserva naturale dell’Abetina di Rosello vanta il primato di possedere l’albero spontaneo più alto d’Italia. Nel dettaglio, è un abete bianco di quasi 47 metri d’altezza. Il bosco si trova in una forra tanto bella quanto selvaggia. Gli alberi per poter avere più luce sono costretti a svilupparsi in altezza.

Rosello è sostenitore del Fai – Fondo Ambiente Italiano e con i suoi 920 metri d’altitudine è uno dei paesi più alti della zona sangrina. Dall’antica rocca, quando il cielo è sereno è possibile godere di una vista mozzafiato con le cime montuose che abbracciano la vallata, il lago di Bomba e il mare.

Foto: Shutterstock

Newsletter

Iscriviti a Funweek ROMA,
ogni settimana il meglio degli
eventi in città!

 
Newsletter

Iscriviti a Funweek ROMA,
ogni settimana il meglio degli
eventi in città!