Mozart rivive al Parco degli Acquedotti: da LAZIOSound il pluripremiato Quartetto EOS

Giovani bravi e pluripremiati: il Quartetto Eos dopo la vittoria a LAZIOSound, esegue 'Mov. 1 Allegro vivace assai' di Mozart
- - Ultimo aggiornamento
loading

Si chiamano Elia, Giacomo, Alessandro e Silvia sono giovanissimi (tutti Under 25), e hanno già vinto molti premi nazionali ed internazionali. Insieme formano il Quartetto Eos che dopo la vittoria nella categoria I Love Mozart di LAZIOSound (il programma delle Politiche Giovanili della Regione Lazio per sostenere la produzione, promozione, distribuzione e l’internazionalizzazione dei giovani musicisti Under35), il 6 Ottobre presentano il loro nuovo lavoro: Mov. 1 Allegro vivace assai, interpretazione fresca appassionata e precisa della prima parte di Quartetto d’archi n. 14 in sol maggiore K 387 di Mozart, una composizione che l’enfant prodige scrisse nel 1782.

Crediti foto: LAZIOSound Regione Lazio

Ad accompagnare il brano, un videoclip che porta le note Mozart a risuonare nel Parco degli Acquedotti di Roma; una sorta di ritorno alla vita, in un luogo dove l’antichità delle rovine si fonde al cuore pulsante della Capitale e che simbolicamente si fa crocevia fra passato e futuro.

“La scelta di questo repertorio, al di là della purezza di espressione e chiarezza del linguaggio musicale, è stata dettata dal significato che può avere in relazione al periodo storico che abbiamo vissuto. Un quartetto di rinascita, gioia, vivacità e colori, elementi che ci sono mancati nell’ultimo anno e mezzo. Il nostro obiettivo era quello di ritornare a vivere e ad emozionarci della nostra musica in un contesto dove l’arte sembrava dimenticata. Con questo quartetto abbiamo cercato racchiudere e portare in musica la nostra rinascita”

Quartetto Eos

Formatisi nel 2016 all’interno del Conservatorio S. Cecilia di Roma, l’ensemble formato da Elia Chiesa (violino), Giacomo Del Papa (violino), Alessandro Aqui (viola) e Silvia Ancarani (violoncello) si è imposto all’attenzione del mondo musicale per la freschezza e la profondità delle proprie interpretazioni. Numerosi i premi vinti in competizioni internazionali e nazionali: il “Premio Farulli” nell’ambito del premio “Franco Abbiati” nel 2018, il primo premio all’Orpheus Competition di Winterthur (2020) e la vittoria nella categoria “I Love Mozart” nel concorso di LAZIOSound.

Crediti foto: LAZIOSound Regione Lazio