Luca Raffaelli intervista per La Città Incantata, Civita di Bagnoregio

Luca Raffaelli è considerato il massimo esperto di fumetti e da due anni dirige e cura i lavori de La Città Incantata: Meeting Internazionale dei […]
-
loading

Luca Raffaelli è considerato il massimo esperto di fumetti e da due anni dirige e cura i lavori de La Città Incantata: Meeting Internazionale dei Disegnatori che Salvano il Mondo.

Un evento unico in grado di coinvolgere appassionato e addetti ai lavori, cittadini e famiglie nel magico mondo dell'arte del fumetti, delle illustrazioni e non solo.

Autori, artisti e disegnatori tra l'8 e il 10 luglio, sono volati a Civita per "salvare il mondo": con 72 ore di incontri, rassegne, proiezioni, esposizioni e workshop. 

Una masterclass con Mark Osborne, regista dei primi Kung Fu Panda e de Il piccolo principe, 12 incontri con grandi autori del fumetto e dell'animazione del calibro di Bonelli e Mad entertainement, 8 laboratori di disegno e tanti ospiti: da Roberto Innocenti a Lorenzo Ceccotti, da Rak a Sio, da Magda Guidi a Simona Mulazzani, passando per Marco Cinello e Stefano Piccoli. Un programma arricchito da anteprime internazionali, proiezioni cinematografiche, presentazioni istituzionali, conferenze e tavole rotonde con produttori come Jankovick Francois Bonneau.

Molto pubblico proveniente da tutta Italia, arrivato nel borgo candidato dalla Regione Lazio a patrimonio dell'Umanità dell’Unesco, per rilanciare un messaggio di apertura al mondo e di solidarietà: messaggio sigillato dall’iniziativa di fundraising  “Un ponte per Lampedusa”, che ha visto raccogliere le entrate provenienti dal pedaggio per il ponte di ingresso a Civita per la realizzazione di una ludoteca per bambini, proprio a Lampedusa e in collaborazione con il Fondo Fuocoammare.

Grande soddisfazione, dunque, da parte della Regione Lazio e del Comune di Bagnoregio, promotori del meeting, che attraverso l’iniziativa hanno portano e portano avanti l’impegno della valorizzazione dell’inestimabile patrimonio dei nostri territori: cultura, paesaggio e creatività.