Le città possibili – Invasioni artistiche: programma completo

Da sabato 12 novembre a domenica 18 dicembre 2022 oltre 20 eventi gratuiti per tutte le età  sul territorio del Municipio X 
- - Ultimo aggiornamento
Le città possibili – Invasioni artistiche: programma completo

mercoledì 9 e giovedì 10 novembre orario a sorpresa • flash mob

POLPACCI SUL TRENO!
Flash mob performativo sulla tratta Roma-Lido
a cura di Chien Barbu Mal Rasé e La Settimana Dopo
per tutti

sabato 12 novembre ore 16.30 • performance
SKATING AROUND
parata urbana da The Spot (skate park) al Teatro del Lido
a cura di Caracca Tamburi Itineranti, Compagnia Incontempo/Rozenn Corbel, a.Dna project, The Spot
per tutti
Da The Spot al Teatro del Lido, una grande festa per celebrare l’urban art in tutte le sue forme. Jam session di danza e musica hip-hop, skaters e una marching band, per terminare nel cortile del Teatro del Lido con la poster art live e due performance di danza urbana a cura di Rozenn Corbel intitolate Visuali 1 e 2. L’evento coinvolgerà l’ampia comunità di artisti/e street del territorio e sarà realizzato in collaborazione con The Spot, associazione che gestisce lo skate park, ormai polo di riferimento sportivo e culturale che accoglie migliaia di skaters ogni settimana, il collettivo artistico a-DNA Project e la compagnia Incontempo.

martedì 15 e mercoledì 16 novembre ore 10 • teatro
presso Teatro del Lido di Ostia
Valdrada Teatro presenta
SOGNO DI UN MATTINO D’INVERNO
con Chiara Becchimanzi, Giorgia Conteduca, Valerio Marinaro, Dario Vandelli, Giulia Vanni
riservato alle scuole secondarie di I grado
Regia e drammaturgia Chiara Becchimanzi 

“Sogno di un mattino d’inverno” propone una panoramica di brani tratti dalle opere “Enrico V”, “Otello”, “Romeo e Giulietta”, “Sogno di una notte di mezza estate”, “La Commedia degli Errori”, “Tito Andronico”, “Macbeth”, “Riccardo III”, inseriti in un contenitore storico-artistico ben preciso, che, attraverso una narrazione agile, coinvolgente e immediatamente comprensibile, regala al pubblico di tutte le età un quadro preciso del Teatro Elisabettiano e del ruolo della drammaturgia shakespeariana nella Storia del Teatro Moderno e Contemporaneo. I 5 attori giungono sul palco come moderni comici dell’arte senza maschera e danno vita a situazioni, personaggi e atmosfere della più varia natura, elaborando un contesto narrativo che snoda contenuti accademici con una insolita vis teatrale e sottolineando uno degli aspetti più affascinanti del teatro shakespeariano: l’inserimento di spunti comici nella tragedia e di vene amare nella commedia. 

giovedì 17 novembre ore 10 e 11.30 • teatro ragazzi
presso Teatro del Lido di Ostia

Karumi project presenta
ESTRATTI DA ALIGASPÙ
di e con Viviana Mancini
riservato alle scuole dell’infanzia

Aligaspù è, probabilmente, il primo spettacolo di teatro di figura interamente realizzato con la tecnica dell’origami giapponese. Il gruppo, che negli anni ha fatto della sperimentazione dei linguaggi e della mescolanza delle tecniche del teatro di figura la propria cifra stilistica, nel 2016 inizia un percorso di ricerca sull’animazione della carta e la costruzione di figure espressive attraverso l’origami. Durante la fase iniziale incontra la filosofia del Karumi e questa scoperta darà un’impronta decisiva allo sviluppo del lavoro. Aligaspù – il primo gabbiano che imparò a volare – è un viaggio articolato in un mondo fantastico, fatto però di concetti semplici, riconoscibili, universali, un’utopia possibile e perciò anche credibile.

domenica 20 novembre ore 11 • performance
presso Cortile Biblioteca Elsa Morante 

Ostia, il mondo in una danza:
El tango y el mar
A cura di LaborTango
Con Gianluca Mascitti, Sandra Fabbri, Marcello Fabbri, Emanuela Cercacchi, Claudio Zei, Daniela Ostili, Guido Paneroni, Ilaria Capecchi, Alessia Gervasio, Mario Fazi, Emanuela Gamberini, Sisto Mastripieri, Luisa Iacurti, Alessandro Maria Ostili 
Per tutti

Buenos Aires, fine del 1800: per le vie dei barrios, tra la gente proveniente da tutto il mondo, cantastorie e musicisti improvvisati miscelano le note di espressioni musicali africane, europee e latino-americane. Non v’è certezza sulle sue origini ma è così che nasce una fantastica storia: una musica, una danza, una poesia, un sentimento, un linguaggio, una cultura …così nasce il Tango Argentino, oggi patrimonio culturale immateriale dell’umanità. È quanto vuole rappresentare il LaborTango, laboratorio di tango argentino, con i suoi maestri, con i suoi appassionati tangueri e in collaborazione con alcuni musicisti. Racconteremo questa fantastica storia attraverso narrazione, poesia, musica e ballo ma anche tramite l’interazione con il pubblico, proponendo giochi di comunicazione non verbale e di espressività corporea. Sarà un’esperienza intensa ed emozionante per entrare nel mondo del Tango, il sentimento che si balla in un abbraccio.

martedì 22 novembre ore 10 e 11.30 • teatro
presso Teatro del Lido di Ostia

Accettella Teatro Mongiovino presenta
STORIE IN SOFFITTA
di Alessandro Accettella e Roberto Piumini
con Alessandro Accettella e Viviana Mancini
luci Roberto De Leon
riservato alle scuole primarie

Spettacolo tratto dal libro ‘C’era una volta, ascolta’, un pout-pourri di filastrocche e raccontini scritti con la consueta delicatezza di Piumini, scrittore straordinario di opere per l’infanzia. Storie di oggetti, oggetti comuni che usiamo e vediamo tutti i giorni, a volte dimenticati, ma sempre pronti ad essere usati; oggetti che, se presi in mano e ascoltati, hanno il potere di raccontarci le loro formidabili e avventurose storie. Due fratelli decidono di andare in soffitta ad aprire un baule che custodisce un diario su cui il nonno ha scritto le storie da raccontare ai suoi nipotini; la vista di oggetti vari e sparsi, però, scatena la fantasia dei due, che tornano improvvisamente bambini, e che cominciano a raccontarsi delle nuove storie. 

mercoledì 23 e giovedì 24 novembre ore 10 • teatro
presso Teatro del Lido di Ostia

Valdrada Teatro presenta
RI-GENER-AZIONI
conferenza spettacolo
a cura di Chiara Becchimanzi e Francesca Macciocca
riservato alle scuole secondarie di II grado
Ideazione, regia e drammaturgia di Chiara Becchimanzi 

Format di riflessione sugli stereotipi di genere per le scuole superiori Lezione Interattiva e Consulenza scientifica a cura della dottoressa Francesca Macciocca (psicoterapeuta) Il format, unico nel suo genere, prevede un’intera mattinata di attività. Per cominciare, una breve introduzione sugli stereotipi di genere: da dove nascono, come riconoscerli, dove si “nascondono”, in cosa ci influenzano, perché occorre superarli, e come si legano alla violenza. La dottoressa Sara Aielli veicolerà, con una grande schiettezza di linguaggio, pertanto facilmente assimilabile dal target di riferimento, contenuti relativi alle derive linguistiche, sociologiche e psicologiche del tema, contestualizzando così la riflessione portata avanti dalla performance. A seguire, lo spettacolo “Principesse & Sfumature – lei, lui & noialtre”, realizzato per l’occasione in versione “light”, specificatamente pensata per le giovani generazioni. Lo spettacolo, in scena dal 2015 per decine e decine di repliche, ha ottenuto il PREMIO COMEDY al Roma Fringe Festival 2016, la COPPA SOLINAS al Roma Comic Off 2017, è stato inserito tra le 100 Eccellenze Creative del Lazio 2018 e ha vinto il PREMIO GIURIA GIOVANI al Festival “La Giovane Scena della Donne” di Pordenone. Al termine dello spettacolo, l’autrice/attrice/regista ne racconterà la genesi e il processo creativo, avendo cura di definire tutte le fasi, dall’ideazione alla scrittura alle prove all’allestimento.

sabato 26 novembre ore 10.30 e 15 • visita guidata performativa
presso Cortile Ex Colonia Vittorio Emanuele
TUTTI AL MARE! 

la storia della ex Colonia Vittorio Emanuele
a cura di Visit Ostia Antica
prenotazione obbligatoria info@valdradateatro.it con oggetto “Tutti al mare!”

L’ex-colonia Vittorio Emanuele III, specchio della storia (e delle contraddizioni) del Lido di Ostia. Un tour performativo che ripercorrerà la storia della Colonia, attraverso le interpretazioni attoriali di due personaggi chiave: l’Ing. Paolo Orlando, fondatore e presidente del “Comitato Pro Roma Marittima”, che ci racconterà del sogno di Ostia Moderna, quando sul lido non esisteva nulla e le possibilità erano infinite; e Pasolini, il “profeta delle borgate” che ci canterà la dolorosa bellezza e le irresistibili miserie di una periferia abbandonata. Spunti di riflessione che ci invitano ad interrogarci sul presente di Ostia e, soprattutto, sul suo futuro. 

domenica 27 novembre • performance
presso Biblioteca Elsa Morante

Ostia, il mondo in una danza
Per tutti
 
ore 11 – FLAMENCO
a cura di Giorgia Celli 
 
Performance interattiva di Flamenco a cura di Giorgia Celli. Il Flamenco è espressione di un modo di pensare e sentire di un intero popolo e della sua tradizione storica. Echi arabi, indiani, mediterranei e gitani in una danza che esprime tutta la dignità degli ultimi. “Un estratto di fuoco e veleno, questo è il flamenco” (citazione di Antonio Gàdes)
 
ore 12 – DANZE POPOLARI DEL CENTRO ITALIA
a cura di Ass. Mutrabà albero di canto
con Nicoletta Grande, Alessandro Calabrese, Mauro Bassano, Marco Cherubini 
Per tutti
 
Laboratorio/Spettacolo di danze popolari del centro sud Italia. Per danzare tutti insieme: Pizzica-pizzica, Saltarello dell’alta valle del velino, Tarantella di Montemarano, Spallata di Schiavi d’Abruzzo, Ballarelle, Sonu a Ballu, Tammurriate, Quadriglia. 
Strumenti: Zampogna, Ciaramella, Organetti, Chitarra classica, Chitarra Battente, Lira Calabrese, Tamburi a cornice, Castagnette. 

martedì 29 novembre ore 9.30 e 11.30 • teatro
presso Teatro del Lido di Ostia

Valdrada Teatro presenta
MARCO NON C’È 
perché Laura se n’è andata
testo e regia Giorgia Conteduca
con Germana Cifani, Giorgia Conteduca, Monika Fabrizi, Giorgia Remediani, Giulia Vanni
consulenza scientifica Dott.ssa Francesca Macciocca 
riservato alle scuole secondarie di II grado

La commedia frizzante e colorata è un delizioso pretesto per raccontare cosa accade all’interno del nostro corpo (in particolare nel nostro cervello) prima, dopo e durante i momenti più intensi e decisivi della nostra esistenza. Quali strane sembianze assumerebbero il cervello rettiliano, quello mammifero e la corteccia cerebrale se dovessero prendere vita propria? Nella nostra storia sono tre le parti di Laura che discutono e dibattono in scena con lei: “Mente”, “Istinto” ed “Emozioni” detta “Emo”. Tre rette parallele che si incontrano in un’unica anima e che convivono, talvolta in armonia e talvolta decisamente in guerra, in un unico corpo. Tre personaggi ben distinti e caratteristici che regalano al pubblico divertimento e spunti di riflessione.

mercoledì 30 novembre ore 09.30 e 11.30 • teatro
presso Teatro del Lido di Ostia
Compagnia degli Accettella 
KINTARO
ideazione Arianna Fiorin
regia e drammaturgia Alessandro Accettella e Cristiano Petretto
con Alessandro Accettella e Viviana Mancini
riservato alle scuole primarie

La Compagnia degli Accettella ci porta in giro per il mondo. La meta è il Giappone, una terra misteriosa e affascinante, ricca di cultura e di magnifiche storie e leggende. Due improbabili turisti arriveranno in teatro, direttamente dalla terra del Sol Levante, con una valigia piena di fiabe, oggetti, suoni e immagini. Racconteranno la loro storia e le loro avventure. Il primo racconto è un’antica fiaba giapponese che narra le vicissitudini della Principessa Rubino, tramutata in una pietra preziosa per poter trovare il vero amore. La seconda storia ci mostrerà l’abilità medica e la saggezza del famoso Me Di Cin, che attraverso la sua proverbiale scaltrezza, proverà a risolvere il mistero della strana malattia del figlio dell’imperatore.

sabato 3 dicembre ore 10.30 e 15 • visita guidata performativa
presso Pianoro oggetto di scavo e di indagine scientifica Monti S. Paolo Acilia 
LE ANTICHE ORIGINI DI ACILIA 
E LA MISTERIOSA FONDAZIONE DI OSTIA

declino e rinascita di una città leggenda
a cura di Visit Ostia Antica
prenotazione obbligatoria info@valdradateatro.it con oggetto “Acilia”

Le antiche origini di Acilia e la misteriosa fondazione di Ostia. Declino e rinascita di una città leggenda. Un affascinante racconto sulle tracce più o meno evidenti di una storia ancora da ricostruire. Ficana, l’antica città latina scomparsa e ricordata da Plinio il Vecchio, offrirà l’occasione di narrare una storia sconosciuta. Ritrovata grazie ad un’epigrafe celebrante Marte Ficano, posta all’XI miglio della Via Ostiense, l’antica città Latina risalente all’età del bronzo medio è ancora oggi un mistero da svelare. Le indagini Archeologiche condotte tra 1975 e il 1989, riprese poi nel 2007, hanno sollevato interessanti quesiti e spunti di riflessione sulle antiche origini di Acilia, stimolando la fantasia degli archeologi e spalancando le porte a scenari esaltanti. Un racconto intenso di una civiltà raffinata e ricca, antagonista degli etruschi: i Latini, predecessori della civiltà romana. Un luogo la cui storia potrebbe legarsi alle origini della fondazione leggendaria della prima colonia romana voluta dal re Anco Marcio, Ostia. Un avamposto strategico lungo la sponda sinistra del fiume Tevere, eretto sulla sommità di uno sperone tufaceo dominante la piana della foce a controllo degli antichi stagni e delle saline. Chi erano dunque gli antichi abitanti di questi luoghi, provenienti forse dall’oriente? Quali dovevano essere i riti, i culti e le loro credenze? Ma soprattutto come e perché scomparvero all’improvviso? 

domenica 4 dicembre • performance
presso Cortile Biblioteca Elsa Morante 

Ostia, il mondo in una danza
 
ore 11 – TAIKO
a cura de Associazione Affabulazione 
con Rita Superbi, Catia Castagna, Marilena Bisceglia
Per tutti
 
Eleganza e potenza dei movimenti, precisione nell’esecuzione con spazi dedicati a piccole e “giocose” improvvisazioni, ma senza la pretesa di “essere giapponesi”: la tecnica del taiko viene qui “contaminata” dalle precedenti esperienze artistiche delle tre percussioniste. L’energia parte trapassa e ritorna, in un circuito continuo, perché come dice il maestro Kurumaya Masaaki, la pelle del tamburo è uno specchio che riflette ciò che si fa, quindi se si suona con il cuore (kokoro) si trasmettono e si ricevono emozioni, facendo vibrare l’anima di chi ascolta.
 
ore 12 – AFRICA
a cura di Gruppo Konkoba 
con Pap Yeri Samb, Madya Diabate, Djibril Gningue, Ossman Coulibaly, Inoussa Dembele, Barbara Mousy
Per tutti
 
Il gruppo Konkoba è uno straordinario ensemble di percussioni, melodie, danze e ritmi dell’Africa Occidentale. Cuore pulsante dello spettacolo è il djembe, il re dei tamburi accompagnato dai tamburi bassi tradizionali doun doun, samban e kenkeni, alternato ai suoni sferzanti delsabar, il tamburo più tipico del Senegal che incita a danze frenetiche. Barbara Mousy e le sue danzatrici daranno corpo al ritmo, per una performance indimenticabile.

sabato 10 dicembre ore 10.30 e 15 • visita guidata performativa
presso Borghetto dei Pescatori

MARGHERITA SARFATTI:
l’amore per il Duce 
e l’amicizia con i pescatori di Ostia

a cura di Visit Ostia Antica
prenotazione obbligatoria info@valdradateatro.it con oggetto “Margherita”

Margherita Sarfatti è stata una donna dai mille volti, specchio delle contraddizioni del suo tempo. Giornalista, scrittrice, critica d’arte e femminista, si sposò giovanissima con un avvocato socialista, Cesare Sarfatti, di cui usò sempre il cognome, con il quale impostò un matrimonio di tipo libertario. Ciononostante, non riuscì a resistere al mito dell’uomo-guida: si innamorò di Mussolini, di cui divenne l’amante per circa vent’anni. Si avvicinò così gradualmente al fascismo. Di origine ebraica, si convertì al cattolicesimo nel 1928. Quando il Lido di Ostia cominciò a prendere forma, negli anni ’20 del ‘900, questa intellettuale ebbe un ruolo decisivo nell’impedire che i pescatori insediati in una sorta di baraccopoli alla foce dell’attuale Canale dei Pescatori fossero sgomberati. È opinione diffusa, infatti, che fu proprio Margerita a convincere Mussolini a costruire delle casette per ospitare questa comunità. Detto fatto. Nel 1931, a tempo di record, sorse quello che è conosciuto oggi come “Il Borghetto dei Pescatori”, uno dei luoghi più caratteristici di Ostia e tra i più amati dagli abitanti del Litorale. In questa visita guidata performativa sarà la stessa Margherita a raccontarci la sua storia e quella dei suoi amici pescatori mentre una guida turistica abilitata illustrerà la storia di questo insediamento, dell’adiacente porticciolo, della statua di San Nicola e della chiesetta dedicata anch’essa al santo protettore dei pescatori. 

domenica 11 dicembre • performance
presso Cortile Biblioteca Elsa Morante 
Ostia, il mondo in una danza
 ore 11 – EMERGERE DAL TEMPO- Ipotesi di danza nell’Antica Roma

a cura di ANNA CIRIGLIANO e con PAOLA NAPPI e le danzatrici di CHOROS, ARCHEOLOGIA E DANZA
Per tutti
Le danze eseguite dalle danzatrici di CHOROS ARCHEOLOGIA E DANZA, sono ipotesi di danza dell’antica Roma. Dalla collaborazione con i gruppi musicali Synaulia e Ludi Scaenici nasce un lavoro di archeologia sperimentale, con ricostruzioni e ipotesi coreutiche basate sulle immagini che ci arrivano dal passato. Alcune danze sono ispirate agli scavi di Ostia Antica (il Teatro, il Thermopolium della via di Diana, la Caupona di Alexander e Helix, il Campo della Magna Mater, la Necropoli, museo Ostiense dove si trovano fregio di Atena e sarcofago con scene bacchiche), agli affreschi di Pompei, a sculture che si possono ammirare nei Musei archeologici di Roma, Napoli, Rieti.
 
ore 12 – LA RONDA DI PIZZICA
a cura di Compagnia Andrea De Siena in collaborazione con Associazione Culturale World Music Academy
Per tutti
La pizzica ha origini molto antiche che risalgono sembra addirittura a culti dionisiaci molto comuni nell’area del Salento, provenienti dalla Grecia, e fatti propri dalle popolazioni locali. Il culto in onore del dio Dioniso era particolarmente sentito: durante i festeggiamenti le popolazioni si lasciavano andare pubblicamente a comportamenti sfrenati, aiutati dal vino. Dioniso a Roma era identificato appunto con Bacco. Tutto ciò va inserito nel contesto che il Salento era una terra costantemente sotto l’influenza della Grecia e che, ancora oggi, ospita una comunità di minoranza linguistica detta Grecia salentina. Un viaggio appassionante tra corpi e sonorità di storie lontane e luoghi vicini.

sabato 17 e domenica 18 dicembre ore 16.30 • performance
LUCI SULLA CITTÀ 
Parata urbana

Con Roberta Morelli, Corina Bologna, Marco Paglialunga, Compagnia Chien Barbù Mal Rasè, Banda Urbana Fanfaroma di Associazione Controchiave
sabato Dragona – domenica Acilia
Per tutti

Raggiungiamo Acilia e Dragona, ossia la periferia della periferia, per colorarla di arte di strada, giochi di fuoco e musica itinerante, guardarla dall’alto dei trampoli con gli occhi di personaggi fatati e macchine misteriose e illuminarla con nuove luci. Scopo dell’evento, restituire magia alle aree più dimenticate e trascurate del Municipio X per intercettare le numerose famiglie che le abitano e offrire loro una performance indimenticabile.

info@valdradateatro.it
www.valdradateatro.it
Fb Valdrada Compagnia Teatrale
Ig @valdradateatro
Tik tok CittàPossibili

Newsletter

Iscriviti a Funweek ROMA,
ogni settimana il meglio degli
eventi in città!

 
Newsletter

Iscriviti a Funweek ROMA,
ogni settimana il meglio degli
eventi in città!