Alla Galleria Borghese la pietra si fa carne. L’opera di Bernini che lascia incantati i turisti Articolo - Video

$photogallery_img_class))."\n";?>
Il Ratto di Proserpina

Scolpita tra 1621 e il 1622, quando l’artista aveva 23-24 anni, quest’opera colpisce per la drammaticità della scena esaltata da una serie di dettagli così realistici da far sembrare le due figure ritratte quasi umane.

(foto @shutterstock)

Galleria Borghese, è difficile non restare incantati per un tempo indefinito di fronte all'opera di Gianlorenzo Bernini al centro del salone degli imperatori. Ecco alcuni dettagli del Ratto di Proserpina da osservare attentamente
Vai all'articolo completo

ROMA

Newsletter

Iscriviti a Funweek,
ogni settimana il meglio di
cinema, tv e gossip!