Castello di Santa Severa: ecco perchè bisogna assolutamente visitarlo

È stata una grande estate per il Castello di Santa Severa: di recente ha ottenuto un posto nella lista "world's greatest places 2019" del settimanale Time.
- - Ultimo aggiornamento
loading

Il Castello di Santa Severa, a meno di 70 chilometri da Roma, è uno dei luoghi più suggestivi del Lazio. È stato il set, ad esempio, della serie tv “I Medici” e per il film “Tre metri sopra il cielo”. Non solo: il settimanale Time lo ha inserito della lista “world’s greatest places 2019”.

Un riconoscimento che ha inorgoglito il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, che ha dichiarato:

“Sono particolarmente orgoglioso di questa segnalazione che riconosce non solo il grande patrimonio storico rappresentato dal Castello ma anche il lavoro che la nostra amministrazione ha portato avanti per rendere fruibile a tutti un bene pubblico così importante. Il nostro castello baciato dal mare è una risorsa del litorale laziale che comincia ad essere apprezzata e riconosciuta in tutto il mondo”

Insieme al teatro Galli di Rimini, il sito del litorale laziale è l’unico italiano presente nella lista. Questo riconoscimento si deve certamente alla bellezza e singolarità del luogo, oltre alla gestione sapiente portata avanti dalla Regione Lazio e da LazioCrea.

LEGGI ANCHE > A Roma arriva ‘la spiaggia degli sposi’: ecco dove si trova >>

Castello di Santa Severa fra storia, cultura, eventi e ospitalità

La ristrutturazione completata nel 2017 ha letteralmente riportato in vita la meravigliosa frazione di Santa Marinella. Oltre alla rocca e la torre sul mare, è possibile visitare il complesso museale – che include ad esempio il Museo del Mare e della Navigazione antica – le chiese, il battistero e il borgo medievale, interni alle mura. Inoltre l’intera struttura è valorizzata dai numerosi eventi culturali che ospita.

È stata, infatti, una grande estate per il Castello di Santa Severa, che ha accolto nella sua splendida cornice numerosi incontri, festival e rassegne culturali. Un flusso costante di visitatori ha potuto godere della splendida location oltre alle attività e l’intrattenimento proposti nel “Castello baciato dal mare”.

Nell’articolo del Time, firmato da Wilder Davies, si raccomanda la sosta nell’ostello interno al sito stesso: ecco cosa racconta il giornalista

“Volete stare in un castello medioevale per meno di 50 dollari a notte? Un esempio è questa cittadella sulla spiaggia del 14esimo secolo, che ora è anche un ostello. Dopo quattro anni di ristrutturazione, il castello adesso ospita anche un complesso museale e un ostello con 40 posti. I visitatori possono esplorare il posto, imparare tutto sull’antica arte della navigazione o rilassarsi in spiaggia o dietro le sue mura. Il lunedì è chiuso al pubblico e così gli ospiti possono girare liberamente”