Castelli Romani, il borgo che forniva la ‘neve’ a Roma

Sapete la storia della neve del borgo dei Castelli romani? Da un paese arrivava direttamente a Roma
-
loading

Roma non smette mai di stupire e non solo per la bellezza dei monumenti che ci sono, per la magia che si vive in ogni angolo della città, ma anche per la sua storia, cultura e tradizione. Oggi vogliamo parlarvi dei Castelli Romani e in particolare del Santuario Madonna della Neve: sapete perché si chiama così e perché tanti romani lo ricordano?

LEGGI ANCHE: —Dove portare i bambini sulla neve vicino Roma?

Rocca Priora

Castelli Romani, il paese più alto è Rocca Priora: cosa lo caratterizza

Rocca Priora è il paese più alto dei Castelli Romani ed è proprio lì che si trova il Santuario Madonna della Neve. Storicamente si chiamava Corbium e fu oggetto di varie contese tra il popolo degli Equi e quello romano.

Si caratterizza per la neve che tanto tempo da si manifestava anche in primavera. Così il borgo divenne uno dei primi fornitori di ghiaccio di Roma che veniva trasportato nella Capitale e messo all’interno delle neviere. Oggi c’è una a Villa Borghese ed è la più conosciuta poiché è stata utilizzata dal Papa, i Cardinali e i cittadini. Per mantenerlo, il ghiaccio veniva messo nei pozzi che venivano ricoperti di fieno. A partire dal 1956, la neve di Rocca Priora venne messa in commercio. Ed è proprio per questi fatti storici che il Santuario prende il nome di Madonna della Neve.

La festa in onore della Madonna della Neve si svolge ogni anno tra la fine di luglio e l’inizio di agosto. Si tratta di una processione notturna, accompagnata da una grande nevicata artificiale, simbolo della particolarità e tradizione del paese. E’ un momento suggestivo molto amato dai cittadini e dai tanti turisti che vi giungono per vivere questa atmosfera magica e surreale.

Natale a Rocca Priora

La Proloco di Rocca Priora come ogni anno apre le porte della casa di Santa Claus: la sala da pranzo, la camera da letto, la dimora degli gnomi fino alla sala del trono. Dall’8 dicembre per un totale di cinque appuntamenti previsti per il 10, l’11, il 17 e il 18 dicembre, il piccolo villaggio di Babbo Natale è aperto dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 19,30.

Anche quest’anno – spiegano la Sindaca Anna Gentili e la Vicesindaca Carmen Zorani – trasformiamo il nostro borgo in un magico contenitore natalizio, pronti ad accogliere le famiglie e contemporaneamente a promuovere le bellezze e le eccellenze di Rocca Priora tra scorci incantevoli e allestimenti fantastici dove i bimbi potranno entrare davvero nelle favole”.

FOTO: SHUTTERSTOCK

Newsletter

Iscriviti a Funweek ROMA,
ogni settimana il meglio degli
eventi in città!

 
Newsletter

Iscriviti a Funweek ROMA,
ogni settimana il meglio degli
eventi in città!