Atac green ogni giorno di più: da oggi con TicketAppy il biglietto è virtuale

Atac sempre più green: inaugurata a Malatesta la macchina che raccoglie plastica e restituisce biglietti, con il nuovo partner TicketAppy.
- - Ultimo aggiornamento
loading

Per una mobilità cittadina sempre più “green”, oggi a Malatesta (metro C) è stata inaugurata la nuova macchina eco-compattatrice “Gaia”. Insieme alla Sindaca Virginia Raggi e il Presidente Atac Paolo Simioni sono intervenuti tutti i partner del progetto + ricicli + viaggi. Una giornata che ha visto anche premiati gli utenti che hanno riciclato di più.

In 7 mesi le “macchinette green” Atac nelle stazioni Cipro Metro A, Piramide Metro B e San Giovanni Metro C hanno raccolto e riciclato oltre 2 milioni e 800mila bottigliette di plastica. Visto il grande successo dell’iniziativa, l’azienda per la mobilità romana ha deciso di installare nuovi eco-compattatori più capienti in altre stazioni della metropolitana.

+ Ricicli + Viaggi: quali sono le novità

Dunque le novità si moltiplicano: i nuovi compattatori saranno installati entro il 10 Marzo presso le stazioni Metro B di Laurentina, Basilica San Paolo e Termini, e le vecchie macchine saranno sostituite dai nuovi modelli. Le nuove compattatrici saranno più capienti (da 400 pezzi a 1800 pezzi per macchina) ma, per evitare le file che si sono create in questi mesi, sarà stabilito un limite di conferimenti di 30 bottiglie ad utente.

LEGGI ANCHE >>> Costruzione di grattacieli a Roma: che impatto sul paesaggio e sull’ambiente?

Atac, green mobility e il biglietto virtuale

Dunque nuove macchine, nuove regole ma anche nuovi partner per Atac, impegnata nella sua svolta green. Al progetto, infatti, da oggi si unisce anche TicketAppy, applicazione nata per la dematerializzazione dei titoli di viaggio. Attraverso l’app mobile, infatti, è possibile acquistare tutti i biglietti Atac e vidimarli attraverso lo smartphone.

E da oggi, con l’ingresso di TicketAppy in + ricicli + viaggi, gli utenti potranno guadagnare dei crediti per l’acquisto di successivi biglietti di viaggio depositando bottiglie plastica all’interno delle macchine eco-compattatrici. Per ogni bottiglia di plastica saranno riconosciuti 5 centesimi per un massimo conferimento giornaliero di 1,50 € – quindi il costo di un biglietto valido per 100 minuti dalla vidimazione o per una corsa in metropolitana. Si tratta di biglietti Atac assolutamente green: biglietti virtuali, senza l’utilizzo di carta o inchiostro per la vidimazione.

“Un viaggio virtuoso”: quando la mobilità cittadina è sostenibile

TicketAppy ha una applicazione sorella, ParkAppy, con la quale è possibile pagare online i parcheggi con le strisce blu. L’applicazione è presente su Roma, Bologna, Torino, Lecce e a fine mese anche Napoli. Un’altra applicazione pensata per facilitare la vita degli utenti e abbattere lo spreco di carta, utilizzata fino ad oggi per produrre biglietti di sosta o titoli di viaggio che andrebbero poi gettati.
“Quello che noi immaginiamo – spiega Alessandro Laurienzo, CEO di TicketAppy e ParkAppy – è il viaggio di chi esce di casa per andare a lavoro. Magari prende l’automobile perché abita in un luogo dove non ci sono mezzi pubblici direttamente connessi al centro della città. Quindi lascia la macchina in un parcheggio di scambio, pagando le strisce blu con ParkAppy. Poi compra un biglietto per la metropolitana – o il trenino o il bus – e durante il viaggio beve una bottiglia d’acqua. Una volta arrivato a destinazione deposita la bottiglia nella compattatrice, ottiene il suo compenso e chiude il suo viaggio virtuoso. Il suo percorso cittadino diventa assolutamente sostenibile.”