Valentina Tioli: “Il mio stile ‘indie-pop’ è una visione artistica sempre nuova”

La giovane cantautrice modenese è in giro per l’Italia con il suo tour estivo di affiancamento a grandissime star internazionali, come Dee Dee Bridgewater, Anggun […]
-
Valentina Tioli: “Il mio stile ‘indie-pop’ è una visione artistica sempre nuova”

La giovane cantautrice modenese è in giro per l’Italia con il suo tour estivo di affiancamento a grandissime star internazionali, come Dee Dee Bridgewater, Anggun e Natalie Imbruglia: una gradevolissima voce emergente del panorama musicale italiano, connotata da un gusto musicale ricco di idee, sfumature e felici contaminazioni

Valentina Tioli è una cantautrice ‘pop’ con influenze R&B, funky e dance. Nel 2013 è stata tra le protagoniste di ‘X-Factor 7’ nella squadra di Mika. In seguito a questa esperienza, l’artista si è poi esibita in tour in tutta Italia, partecipando a diversi festival come il ‘Collisioni’, ‘Mondovisioni’ e l’Holy Festival, aprendo i concerti di Nek, Alexia e Anggun. Insieme al talentuoso e versatile producer, Francesco Terrana, da circa otto anni pubblica diversi singoli con Warner Music, Believe, Cdf e, nel recente brano ‘Niña ft. Xriz’, con Universal Spain. Ha collaborato come featuring con Mr. Rain, Two Fingerz e Dargen D’amico, pubblicando i singoli ‘The way you do’ e ‘Neve’, quest’ultima cantata anche in occasione del suo live all’Alcatraz come ospite, nel 2016, dei Two Fingerz, insieme a Fedez e J-Ax. Nel 2019 ha pubblicato il singolo ‘Pressione regolare’, ripostato nelle stories Instagram dalla pop-star Anastacia, che di lei ha scritto: “I love her and her vibe” e con la quale ha cantato la canzone in un divertente duetto social. I videoclip di Valentina su YouTube hanno raggiunto diversi milioni di visualizzazioni ed è entrata nelle playlist ufficiali di Tim Music, in rotazione su molte superstation nazionali quali LatteMiele, Radio Margherita, Radio Number One e nelle radio ufficiali di Lidl, Tigotà e Mondadori in tutta Italia. Finalista due volte a Sanremo giovani, nel 2021 ha vinto la prima edizione del Christmas Contest: una rassegna ispirata dalla volontà di Papa Francesco per dar voce ai giovani, ricevendo il premio come Miglior musica, consegnatole dal presidente dell’Afi, per il brano ‘Se tu sei con me’, prodotto da Francesco Terrana. Questo premio le ha dato l’opportunità di poter cantare la canzone vincitrice al Concerto di Natale su Canale 5, in prima serata, il 24 dicembre 2021. Al momento, sta lavorando al suo progetto musicale con il producer Francesco Terrana e al nuovo tour con il suo manager, Giancleofe Puddu, di ‘GP Eventi’. I suoi singoli usciti di recente sono ‘Amoremaremoto’ e il brano ‘Come un deja vu’. Abbiamo avuto modo di incontrarla, tra una tappa e l’altra del suo tour estivo, per conoscere un po’ meglio questo nuovo talento femminile della nostra musica.

Valentina Tioli, innanzitutto complimenti per il tuo stile musicale, molto ‘fresco’ e, al contempo, vivace: qual è il segreto di questo mix tra più generi?

“Grazie di cuore: penso che, più che un segreto, sia un po’ la mia visione della musica, che credo non debba avere limiti di genere, proprio come l’amore. Perciò, scrivo in modo libero, lasciandomi ispirare da tante cose diverse, accompagnata in questo viaggio musicale dal mio producer, Francesco Terrana, che crede da sempre in me e nella mia musica”.

Dopo ‘Amoremaremoto’ è uscito di recente un altro tuo brano, intitolato ‘Come un deja vu’: si avvicina il tuo primo album completo?

“Un disco è sicuramente un passo meraviglioso, che prima o poi confido di poter fare. Al momento, però, continueremo a far uscire singoli”.

E il tuo tour estivo? Come sta andando? Abbiamo notato che hai aperto alcuni concerti importanti, come quello di Piacenza per esempio: come è andata? Ti va di raccontarcelo?

“Il tour estivo sta andando molto bene. Non mi aspettavo tutte queste soddisfazioni, né di poter aprire i concerti di artisti internazionali come Dee Dee Bridgewater, Anggun, Natalie Imbruglia: un grande onore davvero. Inoltre, il prossimo 6 agosto sarò al deejay On stage a Riccione e non vedo l’ora…”.

Le tue canzoni evidenziano, soprattutto, la tua voce, a dir poco splendida: sei consapevole di avere questo ‘dono’? E da quando?

“Ti ringrazio per il complimento. Io credo che ogni talento vada coltivato e fatto crescere. Ho un grande maestro e amico, Pachy Vocal Coach, che mi segue da anni proprio per rendere la mia voce ogni giorno migliore. Fondamentale è stato anche il lavoro in studio fatto per anni con il mio producer e grande amico, Francesco Terrana, che mi ha aiutata moltissimo nella mia crescita artistica”.

Anche nei brani più malinconici confermi un’idea di romanticismo sognante: è una tua caratteristica, oppure hai scelto un target di riferimento ben preciso, come quello giovanile?

“Non ho mai scritto pensando a un target, a essere sincera: scrivo quello che sento. Ma la cosa più bella è che tante persone che mi seguono, mi hanno scritto che le mie canzoni le hanno ispirate e aiutate anche in momenti difficili. Questo, per me, è il regalo più bello: dare emozioni e far sì che in tanti si immedesimino nelle mie parole o leggano le proprie storie in quello che scrivo”.

In questa fase del tuo percorso artistico, cosa ricordi di realmente entusiasmante?

“Tornare a suonare dal vivo dopo due anni è stato bellissimo, condividere il palco con musicisti come Toti di Maio, Jonatan Godin e, da poco, la super Paola Caridi è entusiasmante e mi sta dando molta carica. Ricordo anche, con immenso entusiasmo, quella volta che la ‘pop-star’ Anastacia ha ripostato sui suoi social e cantato con me la mia canzone: Pressione regolare”.

Progetti per il futuro: rimarrai nel solco del genere ‘pop’, oppure hai intenzione di dirigerti verso orizzonti più complessi o tormentati?

“Credo che il genere pop, più che un ‘solco’, sia una distesa di infinite possibilità di cross over e influenze, che mi danno la possibilità di spaziare con una moltitudine di sfumature musicali più indie, funky, R&B, dance e altro. Tutto ciò è bellissimo, perché mi permette di esprimermi a pieno e di non incasellare la mia musica in un unico spazio ma, al contrario, di comunicare le tante sfaccettature della mia creatività artistica in modo sempre nuovo”.

Intervista di Vittorio Lussana

Newsletter

Iscriviti a Funweek,
ogni settimana il meglio di
cinema, tv e gossip!

 
Newsletter

Iscriviti a Funweek,
ogni settimana il meglio di
cinema, tv e gossip!