Stefano Tacconi oggi, cosa fa dopo il calcio

Foto
E’ stato un grande portiere della Juventus e della Nazionale azzurra per anni, ha vinto di tutto tra il 1980 e il 1990 con la […]
-
loading

E’ stato un grande portiere della Juventus e della Nazionale azzurra per anni, ha vinto di tutto tra il 1980 e il 1990 con la vecchia Signora ed era l’idolo dei più piccoli, ma Stefano Tacconi oggi non ha nulla a che fare – o quasi – con il giocatore bianconero.

Dell’esperienza nella Juve gli è rimasta la determinazione, la voglia di non essere mai uguale a se stesso, la capacità di reagire alle polemiche. Dopo l’addio al calcio e all’attività agonistica alla fine degli anni ’90, Tacconi ha intrapreso senza grandi risultati la carriera politica candidandosi prima alle elezioni europee con Alleanza Nazionale e poi appoggiando Letizia Moratti per le comunali di Milano.

In seguito ha subito il fascino della televisione e nel 2003 ha partecipato a L’Isola dei Famosi, tuttavia è stato eliminato alla seconda puntata. Poi c’è stata la linea di gioielli e la carriera come scrittore, ora pare aver trovato la sua più vera vocazione: la cucina. In pochi sanno che Stefano Tacconi ha un debole per i fornelli e che da giovane si è diplomato all’Istituto alberghiero di Spoleto. Venerdì 13 maggio inaugurerà La tana dello Scoiattolo a Reggio, un ristorante argentino a Piazza San Francesco, angolo via Sessi.

“Ai fornelli ci sarò io – ha dichiarato lo chef al gazzettino di Reggio – e preparerò un primo piatto della mia terra, l’Umbria. Quale? È una sorpresa!”

 

Il progetto eno-gastronomico che vede impegnato Stefano Tacconi oggi è particolarmente ambizioso: “Ora partiamo da Reggio, che tra l’altro è appena a 40 minuti di treno da Milano (dove attualmente vive con la famiglia, ndr), poi la nostra intenzione è aprire altri locali in giro per l’Italia. Spero che questo sia il primo di una lunga serie”.

A breve, poi, arriverà il suo personale vino sulle tavole della ‘Tana dello Scoiattolo’ e non solo: “Ho un accordo con una cantina per produrre Falaghina e Aglianico – ha detto ancora al giornale locale – Le bottiglie del mio “Unique” saranno disponibili ovviamente anche al ristorante di Reggio”.

E per un geniale gioco di parole, il portiere ha scritto un libro sulla storia della Juventus, dal titolo – guarda caso – ‘Junic’, oltre ad una raccolta di ricette della tradizione culinaria umbra.

Chi si trovasse nei dintorni di Reggio e volesse vedere Tacconi con guantoni da cucina e grembiule, si ricordi che venerdì 13 inaugurerà il suo locale e che il 21 maggio, il 18 giugno e il 9 luglio firmerà palloni autografati presso ‘La Tana dello Scoiattolo’.

Guarda la photogallery
Stefano Tacconi oggi, cosa fa dopo il calcio
Stefano Tacconi oggi, cosa fa dopo il calcio
Stefano Tacconi oggi, cosa fa dopo il calcio
Stefano Tacconi oggi, cosa fa dopo il calcio
+4