Sabrina Paravicini, il racconto toccante dopo l’asportazione totale del seno: “Non ero pronta a tanto dolore” Foto - Video

Sabrina Paravicini racconta cosa è successo dopo l'intervento che l'ha costretta alla rimozione totale del seno. L'attrice di Un medico in famiglia svela il dolore e la sua situazione attuale per affrontare questo percorso post operatorio

Da quando si è ammalata, ha iniziato a raccontare la sua esperienza con il cancro sui social. La chemioterapia, gli incontri in ospedale, il rapporto con le persone care. Ora, Sabrina Paravicini ha subito un intervento delicato per l’asportazione del seno e ha commosso tutti, affidando alla sua pagina su Instagram parole semplici e sincere, che toccano il cuore.

Sabrina Paravicini dopo l’intervento al seno: “Quanto dolore…”

Fin qui tutto bene. È con questa frase, che suona come un incoraggiamento a se stessa, che la nota attrice conclude tutti i suoi post. Immagini e parole affidate ai social per condividere la sua battaglia contro il cancro.

LEGGI ANCHE: — La malattia del figlio di Sabrina Paravicini: l’attrice ha lasciato la tv per stargli accanto. La diagnosi fatta quando aveva meno di 3 anni

Una forma particolarmente aggressiva la sua, spiega, che l’ha costretta a subire una delicata operazione per l’asportazione totale del seno. Un trauma fisico e psicologico che, racconta su Instagram, per lei è stato del tutto inaspettato.

Non ero preparata a tanto dolore fisico. Per me è stata dura, durissima. Il dolore anche solo a respirare” scrive nel lungo post pubblicato dopo il suo rientro a casa.

View this post on Instagram

A CASA Sono a casa. Mi porto in giro in una borsa di stoffa due tubi di drenaggio che a giorni mi toglieranno. Escono dal mio corpo protetti dai cerotti. Ho due ferite una sotto l’ascella e l’altra orizzontale in centro al seno. Quando mi medicano non guardo, non so quando avrò il coraggio di vedere. Ho detto addio anche al mio capezzolo, in questo momento è nel pacchetto dell’esame istologico. Il tumore era già scomparso al 100% prima dell’intervento ma il protocollo, per l’aggressività del mio tumore, prevede la demolizione completa del seno, per sicurezza, per non rischiare una recidiva. Durante l’intervento tolgono tutto e preparano alla ricostruzione: alzano il muscolo dalla gabbia toracica e ti inseriscono un espansore che prepara lo spazio alla protesi. Non ero preparata a tanto dolore fisico. Per me e stata dura, durissima. Il dolore anche solo a respirare. La solitudine delle notti in cui fai i conti con la soglia di sopportazione del dolore fisico e con la pazienza. La memoria del dolore si attenua pensando alle infermiere che mi hanno accudita, al chirurgo che si affacciava ogni mattina per vedere come stavo, al plastico che mi controllava la ferita, alla specializzanda che mi spiegava cosa sarebbe accaduto, alle mie compagne di stanza, dolcissime, discrete e amorevoli, si diventa sorelle in pochi minuti. Si condivide tutto, anche i pensieri senza dirsi niente. Ci si aiuta. Anche di notte se piangi. Maria Luce, uno scricciolo di 39 chili con un tumore alla vescica e un drenaggio al fegato, si è alzata dal letto e mi ha fatto un massaggio alle gambe dicendo: andrà tutto bene Sabri’. 🙏fino a qui tutto bene🙏

A post shared by Mother Actress Director 🌹📺 (@sabrina_paravicini_official) on

C’è chi si prende cura di lei

Dopo il ricovero in ospedale, dove ha conosciuto altre donne che come lei combattono per la vita, è rientrata a casa. Qui a prendersi cura di lei, le persone che ama. Nino, soprattutto. Suo figlio, nonostante la giovanissima età, sta accanto alla madre in ogni momento.

Ha provato a farla sorridere mentre era ricoverata trasformandosi in clown e ora, protetti dalle rassicuranti mura domestiche, si dedica a lei con tutto se stesso.

Le ha regalato un campanello, di quelli che di solito si trovano nelle reception degli alberghi: “Mi ha detto: “Sono a tua completa disposizione, suona come se fossi in hotel”” ha raccontato su Instagram Sabrina Paravicini dopo l’intervento al seno.

L’indimenticabile interprete di Un medico in famiglia ha voluto ringraziare tutte le persone che la seguono con affetto e che le infondono speranza e coraggio. Ma in realtà sono i suoi follower che ringraziano lei. Per la grande dimostrazione di forza e ottimismo che sta trasmettendo a chi come lei sta vivendo questo calvario.

View this post on Instagram

Nino mi ha portato questo campanello e mi ha detto “sono a tua completa disposizione, suona come se fossi in hotel” 😄 la prima sera mi ha cucinato delle fantastiche patate al cartoccio. Ha fatto tutto da solo mentre mia mamma lo guardava da lontano. Erano squisite. 😊 Grazie a tutte e tutti voi per i commenti e i messaggi. Non riuscirò a rispondere perché sono tantissimi e sono ancora molto stanca, ma davvero vi sono grata per il sostegno, le parole, le emozioni che mi date. Grazie, la gentilezza non è un’utopia, è uno stile di vita. 🙏 . . 🛎Fino a qui tutto bene 🛎 #finoaquituttobene #me #love #life #cancer #cancerfighter #fight #amore #home #cure #therapy #colors #breast #breastcancer

A post shared by Mother Actress Director 🌹📺 (@sabrina_paravicini_official) on

Guarda la photogallery
+2

Francesca Caiazzo

Giornalista professionista 'Made in Calabria'. Sorrido alla vita e alle persone. Amo il mare, il cioccolato e il mio lavoro.

ROMA

Newsletter

Iscriviti a Funweek,
ogni settimana il meglio di
cinema, tv e gossip!