“A Roma neanche una messa per lui”, lo sfogo amaro di Rita Dalla Chiesa: il suo rammarico

Foto
A Milano "quattro cerimonie per ricordarlo. A Roma neanche una messa. Grazie". E' lo sfogo che Rita Dalla Chiesa affida ai social in occasione dell'anniversario della morte del padre. Ecco cosa ha scritto
- - Ultimo aggiornamento
loading

Rita Dalla Chiesa e il rammarico per suo padre nel giorno dell’anniversario della sua morte

Il 3 settembre è un giorno molto particolare per [vip id=”7626″]Rita Dalla Chiesa[/vip] che nel 1982 perse il padre, il Generale Carlo Alberto, in un agguato a Palermo insieme alla moglie Emanuela Setti Carraro e l’agente di scorta Domenico Russo. La conduttrice si è sempre recata in Sicilia per rendere omaggio al padre, ma quest’anno ha deciso di sfogare il suo più profondo rammarico sui social invece che prendere un aereo.

A Milano “quattro cerimonie per ricordare mio padre. A Roma neanche una messa. Grazie”

Così ha tuonato l’ex volto di Forum esprimendo incredulità, rabbia e indignazione. I fan hanno cercato di consolarla facendole notare che una cerimonia lascia il tempo che trova e che “la gente ricorda, gli vuole bene. E questa è la cosa più vera”.

Leggi anche: — Rita Dalla Chiesa furiosa anche con lei: c’entra Fabrizio Frizzi e la sua morte. Cosa è successo

Rita Dalla Chiesa concorda con questo tipo di pensiero, eppure la storia passa anche attraverso i simboli e spesso quelli mancati sono più eloquenti di riti sterili e stantii sbandierati ai quattro venti.

Rita Dalla Chiesa protesta e lancia un appello: il gesto di solidarietà per Ultimo

Fa riflettere la decisione della conduttrice di protestare, ancora via social e sempre nel giorno dell’anniversario dell’assassinio del padre, a favore di Capitano Ultimo – al secolo Sergio De Caprio – che da ieri non ha più diritto ad una scorta.

Ultimo arrestò Riina nel 1993 e come fu per il Generale Dalla Chiesa, ora è rimasto solo, senza alcuna protezione dallo Stato. Rita si è detta estremamente contrariata e dispiaciuta per la decisione presa e ha lanciato un appello al Ministro dell’Interno:

“Decisione incredibile. Ministro Matteo Salvini, lei sa di questa aberrante decisione? La scorta a Saviano sì, e a Capitano Ultimo no?“

Al sito TPI ha fatto poi sapere che lo Stato non deve commettere gli stessi errori:

“Non sono andata a Palermo oggi per ricordare mio padre – ha spiegato – anche per questo motivo, ho preferito stare vicino a Ultimo. Nella sua solitudine ho riconosciuto la stessa di mio padre“.

Rita Dalla Chiesa, protesta animalista
Guarda la photogallery
“A Roma neanche una messa per lui”, lo sfogo amaro di Rita Dalla Chiesa: il suo rammarico
Totò Riina
Rita Dalla Chiesa