Roberto Baggio insultato dagli animalisti Foto - Video

E’ uno dei calciatori più amati di sempre: Roberto Baggio, il Divin Codino, ha sempre messo tutti d’accordo durante la […]

E’ uno dei calciatori più amati di sempre: Roberto Baggio, il Divin Codino, ha sempre messo tutti d’accordo durante la sua carriera. Che fossero tifosi della sua squadra o avversari, gli applausi per lui erano sempre a scena aperta.

Stavolta però, invece di applausi Roberto Baggio ha rimediato un duro attacco, e proprio nella sua città natale, Caldogno: con un blitz notturno gli animalisti cittadini hanno tappezzato i muri con un manifesto, nel quale appare Baggio in tenuta da caccia e lo slogan "Roberto Baggio il tuo passato non cancella l’odore. Cinghiali o cormorani nessuna differenza, abbiamo perso la pazienza"

 

Gli attivisti non perdonano a Baggio la sua passione per la caccia e la sua ipotetica adesione alla caccia fuori stagione dei cormorani, autorizzata peraltro dalla provincia di Vicenza per combattere l’estinzione della trota marmorata.

L’associazione "100% animalisti" definisce  i politici "assassini legalizzati" che "devono riscuotere i voti che hanno dato ai politici di turno" e che non fanno differenza tra "cinghiali, cormorani, caprioli, nutrie", purché si continui ad uccidere.

Della partecipazione dell’ex calciatore a questa caccia fuori stagione non c’è nessuna prova: ma come ricorda Il Corriere del Veneto, l’assessore alla caccia di Caldogno aveva premiato Baggio con una targa per la sua partecipazione al salone della caccia alla Fiera di Vicenza.

Guarda la photogallery

Francesca Di Belardino

Giornalista, amante delle serie tv, gattara: mi piace il Britpop, la televisione, i libri di carta e cerco di scriverne meglio che posso. Ancora in attesa della mia lettera da Hogwarts.

ROMA

Newsletter

Iscriviti a Funweek,
ogni settimana il meglio di
cinema, tv e gossip!