Il consigliere leghista Galli risponde a Emma: “Non le chiedo scusa”

Il consigliere della Lega Massimiliano Galli non ritiene di dover chiedere scusa a Emma Marrone. Lo ha detto durante un'intervista de Le Iene. Galli aveva scritto un post in risposta alle parole dette dalla cantate durante il concerto di Eboli.
-
loading

Il consigliere della Lega Massimiliano Galli non ritiene di dover chiedere scusa a Emma Marrone. Lo ha detto durante un’intervista de Le Iene. Galli aveva scritto un post in risposta alle parole dette dalla cantate durante il concerto di Eboli. La Marrone durante il concerto aveva gridato ‘Aprite i porti’, esprimendo così quale fosse la sua opinione rispetto al delicato tema dei migranti.

Il consigliere leghista Galli risponde a Emma: “Non le chiedo scusa”

In molti non hanno gradito le parole della cantante e tra questi anche il leghista Galli che avrebbe scritto: “Faresti meglio ad aprire le tue cosce facendoti pagare ad esempio..”.
Raggiunto da Le Iene, che gli hanno chiesto se non fosse il caso di chiedere scusa ad Emma, Galli ha sostenuto che non devono essere gli altri a dirgli quando e come scusarsi.

“Le scuse le farò sul mio profilo quando lo dico io”.

Incalzato dall’inviata sulla necessità di scusarsi per quel commento sessista, il consigliere ha risposto che nel suo commento non appariva la parola mign***a e che è stato interpretato così da altri.

La sua risposta era una iperbole legata alla dichiarazione della Marrone e ad una foto della cantante in cui appariva con le gambe larghe.

“Lei dovrebbe scusarsi – risponde Galli all’inviata – per quello cha ha detto dal palco: Aprite i porti. Non posso chiedere scusa perché non ho detto nulla di offensivo, è stata fraintesa la mia espressione e non ho bisogno di chiedere scusa.”

foto@kikapress