Gesù non è nato a Betlemme? Così gli storici ricostruiscono l’infanzia di Gesù

Foto
Sulla nascita di Gesù, che tradizionalmente per noi è fissata al giorno di Natale, ci sono due verità: una storica e una religiosa, che sono […]
- - Ultimo aggiornamento
Gesù non è nato a Betlemme? Così gli storici ricostruiscono l’infanzia di Gesù

Sulla nascita di Gesù, che tradizionalmente per noi è fissata al giorno di Natale, ci sono due verità: una storica e una religiosa, che sono strettamente collegate ma difficili da districare.

Gesù non è nato a Betlemme? L’analisi storica

I Vangeli collocano la nascita di Gesù a Betlemme, una città della Giudea nella quale Giuseppe, marito di Maria, si recò da Nazaret, dove viveva, per il censimento ordinato da Cesare Augusto. Maria e Giuseppe viaggiarono con lei quasi al termine della gravidanza e infatti il bambino nacque a Betlemme, in una grotta, come da presepe.

LEGGI ANCHE: –Su Rai1 il viaggio di Alberto Angela nei luoghi di Gesù

Le discrepanze però sono molte, a partire dai luoghi di origine dei genitori: Maria dovrebbe essere nata a cresciuta a Gerusalemme, mentre Giuseppe a Nazaret. Come si sono incontrati? Non è chiaro, anche se il Protovangelo di Giacomo, un testo molto influente scritto nel 150 d.C, ci viene in aiuto spiegando che quando Maria compì 12 anni il sacerdote Zaccaria, visto che la ragazzina era cresciuta nel tempio ed era considerata quasi una santa, organizzò una sorta di provino per scegliere il marito adatto a lei, convocando a Gerusalemme  tutti i vedovi di stirpe reale. Tra questi c’era anche Giuseppe, che era sia vedovo (ebbe una moglie precedente che gli diede 4 figli, i famosi fratelli di Gesù) che di stirpe reale, in quanto discendente di Davide, re e messia d’Israele.

Giuseppe avrebbe quindi sposato Maria portandola poi a Nazaret: Gesù però nasce a Betlemme, città di Davide, il luogo ideale per far venire alla luce il Messia. Tanto ideale che si pensa che i fatti inerenti alla nascita di Gesù siano stati rimaneggiati in seguito: Giuseppe e Maria si mossero per un censimento, ma quello di Augusto delll’8 a.C riguardava solo i cittadini romani. Allora forse il censimento di cui si parla nei Vangeli era successivo ed è rintracciare in quello ordinato da Quirinio, governatore della Siria, nel 6 d. C.?

La nascita di Gesù è stata convenzionalmente stabilita nel 4° secolo, il 25 dicembre: bisogna pensare che tutto quello che riguarda la nascita del Cristo è stato recuperato e ricostruito dopo, intorno agli anni 70-80 d.C, unendo fatti recuperati dai Vangeli a credenze che già si perdevano nel tempo e necessità simboliche.

La verità storica di molti fatti non è mai stata recuperata e molte cose sono state poi messe a punto con la nascita della Chiesa cattolica: forse anche la città di Betlemme come luogo di nascita di Gesù è una di queste.

 

 

Guarda la photogallery
Gesù, verità storica e religiosa molti distanti
Cosa ci facevano Giuseppe e Maria a Betlemme?
La verità storica sul Natale diversa da quella religiosa
Stasera in tv di oggi 23 dicembre 202: va in onda su Rai1 la puntata di UIisse dedicata a Gerusalemme