Nonni e merenda: il divertente contest che ha messo a confronto nonni e nipoti Vip

In occasione della Festa dei Nonni, al Museo Explora di Roma è andato in scena un gustoso e divertente contest che ha visto nonni e nipoti Vip darsi 'battaglia' nella preparazione della propria merenda del cuore.
-
Nonni e merenda: il divertente contest che ha messo a confronto nonni e nipoti Vip

Quando pensiamo ai nonni, spesso si pensa (se si è un po’ cresciuti) a quel momento magico e speciale che era la merenda. ‘Hai fatto merenda?‘ è sicuramente una delle domande che tutti i nipoti si sono sentiti rivolgere! Proprio nella creazione della merenda legata alla tradizione si sono cimentati il maestro [vip id=”177518″]Pupi Avati[/vip], Miss Italia Carolina Stramare, il grande Maurizio Mattioli, l’elegante ed energica Wilma Goich e la super guest Nonna Rosetta con i ragazzi di Casa Surace.
Nonni e nipoti vip si sono dati ‘battaglia’ a suon di tradizioni e di genuinità, giudicati da 40 piccoli chef: gli alunni della IIIB dell’Istituto Via Baccano di Roma.

Leggi anche:– Miss Italia Carolina Stramare: ‘I miei nonni mi hanno insegnato ad essere una guerriera’

Nonni e merenda: il divertente contest che ha messo a confronto nonni e nipoti Vip

Se penso a mia nonna e alla merenda, mi tornano subito alla mente quei momenti speciali. Sì perché la merenda era un momento importante, che ci gustavamo. Era una pausa da quello che stavamo facendo; una vera e solenne pausa. Merenda è tradizione e inevitabilmente si lega alle usanze e ai prodotti della terra. Così se per me le ricette del cuore sono pane e olio, pane burro e zucchero o pane vino e zucchero, per molti è pane e salame, pane e prosciutto…

“Pane e affettati è la mia merenda preferita” ci racconta la neo Miss Italia Carolina Stramare. Per [vip id=”80945″]Maurizio Mattioli[/vip] è pane e salame mentre per Nonna Rosetta è pane e formaggio.

Quale che sia la ricetta, i nonni e i nipoti vip si sono dati ‘battaglia’ nello splendido giardino di Explora, vera e propria istituzione per l’infanzia nella capitale. Nonni e nipoti di grande fama hanno condiviso con i presenti ricordi, aneddoti e ricette, con il cuore aggrappato a quei dolci momenti e le mani letteralmente in pasta, in quanto chiamati a preparare pane e Salame Cacciatore con i piccoli studenti della scuola primaria presente.

“I nonni, insostituibile risorsa della società di oggi, più di ieri composita e precaria, sono un punto fermo in tutti i sensi: – ha dichiarato il Presidente del Consorzio Cacciatore Italiano Lorenzo Beretta – scandiscono infatti le giornate e gli orari dei nipoti in una routine che diventa pura educazione, non ultima quella alimentare. Sicurezza, qualità e materia prima rigorosamente italiana: sono queste le parole d’ordine del nostro Consorzio che, dal 2003, è impegnato nella protezione e promozione dei Salamini Italiani alla Cacciatora DOP, garantendo un’etichettatura comune e uniforme per facilitare la riconoscibilità del prodotto da parte del consumatore”

Nonni e nipoti vip: la merenda secondo l’aspetto scientifico

A corredo di questa allegra brigata, Susanna Cutini, professoressa universitaria di Gastrosofia e Cultura Alimentare, per un excursus sulla merenda nei vari decenni. Da pane e salame, protagonista indiscusso della manifestazione, all’uovo sbattuto, pane vino e zucchero, pane olio e origano o pomodoro, la classica fetta di torta della nonna, per un ventaglio di soluzioni dall’origine contadina e naturalmente destinato ad adattarsi alle trasformazioni economiche e sociali del paese. Sempre dalla parte scientifica del tavolo il biologo nutrizionista Lorenzo Traversetti, che ha regalato ai presenti un focus su alimentazione e infanzia, illustrando i benefici delle merende genuine e figlie del folclore, attente alla stagionalità delle materie prime e alla compresenza di proteine, vitamine e carboidrati..

Crediti foto@S/C Comunicazione