Milano, l’altare che non c’è: incredibile illusione ottica nella chiesa a due passi dal Duomo

Avete mai visitato Milano? Nella capitale italiana della moda sono tanti i particolari che nessuno conosce, scopriamoli insieme
- - Ultimo aggiornamento
Milano, l’altare che non c’è: incredibile illusione ottica nella chiesa a due passi dal Duomo

Milano è una città italiana molto amata dai turisti che non perdono occasione di trascorrervi qualche giorno alla scoperta di monumenti, vie e negozi. È considerata la capitale della moda italiana dove ogni anno viene organizzata la Fashion week cui partecipano milioni di persone, provenienti da tutto il mondo. In pochi, però, sanno cosa si nasconde a due passi dal Duomo: scopriamo insieme di cosa si tratta.

Milano, la chiesa vicino al Duomo: la curiosità che nessuno conosce

A due passi dal Duomo vi è una delle chiese più sorprendenti di Milano. Molti la sottovalutano, in realtà si tratta di un edificio unico e caratteristico. Il suo nome è Santa Maria presso San Satiro.

Ciò che sorprende chiunque ne venga a conoscenza si trova all’interno della struttura. Entrando e andando verso l’altare, si possono notare l’abside e le colonne che danno un senso di profondità. In verità si tratta di un’illusione ottica in quanto dietro all’altare lo spazio a disposizione è poco meno di un metro.

L’ideatore fu l’architetto Donato Bramante, considerato un genio dell’epoca. Infatti, il progetto iniziale era diverso rispetto a ciò che è stato costruito.

Chi è Donato Bramante

Donato Bramante è stato un architetto e pittore italiano, tra i maggiori artisti del Rinascimento. La sua formazione avvenne ad Urbino, uno dei centri della cultura italiana del XV secolo, si attivò poi a Milano dove condizionò lo sviluppo del rinascimento lombardo. Poi a Roma progettò la basilica di San Pietro.

Nel ruolo di architetto, ebbe molta importanza durante il passaggio tra il XV e il XVI secolo e nel corso del classicismo cinquecentesco, infatti il suo lavoro fu paragonato dai contemporanei all’architettura delle vestigia romane. Inoltre, fu considerato l’inventore luce della buona e vera Architettura.

Tra i vari progetti si ricordano in particolare quelli per Milano, Roma, Loreto, Pavia e Brescia.

FOTO: SHUTTERSTOCK

Newsletter

Iscriviti a Funweek,
ogni settimana il meglio di
cinema, tv e gossip!

 
Newsletter

Iscriviti a Funweek,
ogni settimana il meglio di
cinema, tv e gossip!