Le Iene psicofarmaci, ‘siete vergognosi’: polemiche per il servizio sull’abuso di medicine in caso di depressione

Video
Il pubblico si divide di fronte all'ennesimo servizio "scomodo" del programma di Italia Uno: informazione di stampo "complottista" o corretta?
loading

Le Iene sono spesso al centro di polemiche per i contenuti dei loro servizi: il programma di Davide Parenti nasce per fare inchiesta anche su temi scomodi, ma a volte questi temi sono troppo delicati per essere trattati con il taglio “iene” (che non sono, ricordiamolo, una testata giornalistica).

Le Iene psicofarmaci: un servizio scomodo

E’ il caso del servizio sugli psicofarmaci andato in onda durante l’ultima puntata: con la Iena Gaetano Pecoraro si è parlato del dilagare di ansia e depressione nel mondo moderno e soprattutto dell’estrema facilità con cui si prescrivono psicofarmaci, da cui i pazienti diventerebbero poi dipendenti. Uno degli esperti interpellato nel servizio, lo psichiatra Piero Cipriano, ha citato la ricerca fatta ad Harvard nella quale si afferma che il 69% dei relatori del DSM, la Bibbia della psichiatria, ha dichiarato di avere rapporti economici con case farmaceutiche.

LEGGI ANCHE: — Barbara D’Urso, quei medicinali nella foto fanno scattare l’allarme: ‘meglio che sappiate la verità’

“Nel 1980 se la tristezza superava un anno si parlava di depressione, mentre nel 1994 se la tua tristezza superava i tre mesi eri depressa”, ha spiegato Cipriano. Di contro, altri psichiatri come Rosario Sorrentino affermano che il farmaco riduce la sofferenza ed è un atto di civiltà. Intervistati anche molti pazienti, divisi fra chi giova degli psicofarmaci e chi ha scoperto che sono inutili.

Il pubblico de Le Iene si divide fra favorevoli e contrari

Diviso anche il pubblico da casa: per molti, il servizio delle Iene è stato superficiale e di stampo complottista, mentre per altri l’informazione data è stata corretta.

“Se hai il diabete di sicuro non ti passa “lavorando su te stesso” ma hai BISOGNO CHIMICO di insulina. Con la depressione è la stessa cosa. Ed il farmaco è indispensabile. #LeIene come al solito fa una disinformazione gravissima”, scrive qualcuno ed i commenti dello stesso stampo sono molti.

Molti i pareri negativi, ma molti anche i positivi: “Gli #psicofarmaci sono molto importanti , ma niente fai da te, sempre seguiti da un medico e con una psicoterapia affiancata”, scrive un utente, sulla stessa lunghezza d’onda di molti altri.

Come sempre, le iene creano scalpore e in un modo o nell’altro suscitano riflessione: forse è proprio questo lo scopo che vogliono raggiungere.

Redazione

Redazione

Ogni giorno cerchiamo i trend più significati del mondo dello spettacolo, società e della cultura.