GAU, continua il progetto con una nuova opera d’arte urbana a Roma

Si conclude GAU la galleria d’arte urbana a cielo aperto, ultimate le 75 campane per la raccolta del vetro trasformate in ‘tele d’artista’.
-
loading

Il museo a cielo aperto di Roma diventa sempre più sostenibile e contemporaneo. Il progetto “La Città Ideale” già artefice dello storytelling urbano “I Nasoni raccontano”, “Shakespeare negli ATER” e “Classici al Mercato” si concentra sull’ambiente per sensibilizzare Roma all’ecosostenibilità, regalando alla capitale 75 nuove opere di street art, disegnate su quelle campane per la raccolta differenziata del vetro che disegnano da tempo il profilo della città.

Dopo le fortunate esperienze di Gallerie Urbane nel 2017 e nel 2018 a Centocelle e nel 2019 a Torpignattara, il 14 Febbraio 2021 si completa la realizzazione delle nuove campane realizzate a partire da Novembre  2020 da una squadra di 15 street artist al servizio della città.

Un vero e proprio dono che GAU, con Alessandra Carloni – Controllo Remoto – Gojo – Moby Dick -Kenji – DesX – Matteo Brogi – Napal Naps – Point Eyes (Yest + Er Pinto) – Hoek – Eliseo Sonnino – Karma Factory (Wuarky + Nemea) – Lola Poleggi – Arash – Umanamente in Bilico, consegna a Roma e ai suoi cittadini, per riaffermare il concetto di arte come bene comune accessibile a tutti, con un occhio di riguardo alla raccolta differenziata del vetro, che si inserisce nell’ottica di una più ampia responsabilizzazione verso lo spazio condiviso e la gestione della città.

GAU offre numerose altre possibilità interattive per riscoprire i valori dell’ambiente e della riqualificazione urbana.

Il 12 Febbraio, negli spazi esterni della Scuola Privata Parificata Elementare ‘Nostra Signora di Lourdes’ sarà organizzato il laboratorio di riciclo “Differenziata Mon Amour” mentre il giorno successivo ovvero il giorno 13 febbraio sarà trasmesso online il laboratorio creativo “Costruisci la tua campana” sarà curato da Chien Barbu Mal Rasè. Il tutto si concluderà con la realizzazione delle ultime campane d’artista per la raccolta differenziata del vetro e con il lancio di GAU Magazine, la piattaforma dove rintracciare tutte le informazioni sulle campane d’artista ed il muro d’artista realizzato da Alessandra Carloni. Il tutto verrà pubblicato sulle pagine social de LA CITTA’ IDEALE ( FACEBOOK – INSTAGRAM ).

GAU è anche curatore del progetto di street-art, realizzato da Alessandra Carloni, sul muro dell’Istituto Comprensivo di Via Cornelia 73, Scuola Secondaria di primo grado “Anna Frank”. Il MURO D’ARTISTA sarà inaugurato il giorno 14 febbraio, nelle giornate precedenti saranno pubblicate sui medesimi canali social della Città Ideale foto di backstage con l’artista Alessandra Carloni.
Un dono che Alessandra Carloni dedica a Roma, ricordando la storia della ragazza che dà il nome all’istituto scolastico e dipingendo le pagine del suo diario, come unica via di fuga dalla tragedia del suo vissuto”

Alessandra Carloni è una pittrice, un’amante dell’arte in tutte le forme. Una street-artist capace di donare, ancora una volta, un frammento di bellezza alla città di Roma. Romana, dal 2009 inizia la sua attività come pittrice e artista, esponendo in personali e collettive gallerie di Roma e di altre città italiane, vincendo diversi premi e concorsi. Inizia, in parallelo, la sua attività come street-artist, realizzando opere murali in diverse città.

GAU è promosso da Progetto Goldstein, da un’idea di Fabio Morgan, con la direzione artistica e la curatela Alessandra Muschella, e la direzione del medio-metraggio affidata a Marta Franceschelli, con la progettazione di E45 in collaborazione con Dominio Pubblico.                                                                  
Il progetto, promosso da Roma Culture, è vincitore dell’Avviso Pubblico Contemporaneamente Roma 2020-2021-2022 curato dal Dipartimento Attività Culturali ed è realizzato in collaborazione con SIAE

LEGGI ANCHE — Perché il Vaticano è a Roma? Ecco la risposta al quesito tanto cercato

Foto: Emanuela Giusto