Dieta quarantena, il menù settimanale da seguire per non prendere chili di troppo stando a casa

Foto
Come fare a non ingrassare stando a casa? Ecco la dieta da seguire in quarantena per evitare di prendere chili durante l'isolamento
- - Ultimo aggiornamento
loading

In piena emergenza coronavirus tutti dobbiamo stare a casa, evitando di uscire come imposto dal governo al fine di contenere la diffusione del Covid-19. Ma che effetto avrà l’isolamento sul nostro corpo? La fame da noia – che induce ad aprire frigo e dispensa, continuamente – e l’impossibilità di fare attività fisica potrebbero tramutarsi in chili in più. Ecco dunque la dieta da seguire in questi giorni di quarantena, attenendosi scrupolosamente ai consigli degli esperti.

LEGGI ANCHE: — «Ho perso 30 kg e sono guarita», ecco cosa si mangia nel menù della Dieta Life 120 di Panzironi

Dieta quarantena, i consigli degli esperti

Stare tutto il giorno a casa, magari seduti comodamente sul divano a seguire gli aggiornamenti sull’emergenza coronavirus nel nostro Paese, non fa bene al nostro benessere psico-fisico. Per far passare il tempo e non annoiarsi si prova di tutto: videochiamate con i parenti, flash mob canori sui balconi, ripulire a fondo casa. Ma la routine diventa sempre più noiosa e il rischio maggiore in questo periodo è quello di mangiare troppo e ingrassare, proprio quando l’estate è ormai è alle porte. Anche Michelle Hunziker ha ironizzato su Instagram con un simpatico video sulla fame da noia.

Come alimentarsi, dunque, per evitare di lottare con la bilancia? Innanzitutto, consigliano gli esperti, bisogna prediligere alimenti leggeri, visto che il nostro corpo non ha modo di poter smaltire gli eventuali eccessi. Largo quindi a frutta e verdura preferibilmente di stagione e spazio a pesce, legumi e ortaggi. Concessa anche la carne, meglio bianca, ben cotta e poco condita.

Un’idea di menù

Gli esperti, non solo per la dieta della quarantena, consigliano da sempre di suddividere i pasti in cinque momenti della giornata. Anche se la tentazione di mangiare può arrivare a qualsiasi ora, è consigliabile attenersi a questa regola, per evitare di compromettere la forma fisica.

Partiamo, dunque, dalla colazione. Finalmente, il pasto più importante della giornata, può essere consumato in tranquillità. Non rinunciate a una buona tazza di caffè accompagnata, se preferite, anche con latte, tè o un’ottima spremuta di frutta fresca. Poi qualche fette biscottata o del pane tostato con marmellata o miele.

A metà mattina – se non vi siete alzati troppo tardi – potete concedervi uno spuntino: un po’ di frutta secca o uno yogurt sono l’ideale per placare la fame senza eccessi.

A pranzo, limitiamoci a un buon primo poco condito e a un contorno di verdure. Non rinunciate a pasta e riso, né ai legumi, ma evitate salse e condimenti troppo elaborati: sono difficili da digerire e appesantiscono.

Nel pomeriggio arriva l’ora della merenda: che ne dite di una bevanda calda con qualche biscottino? Ai più golosi è concesso anche una piccola porzione di gelato alla frutta o un pezzettino di cioccolato fondente. Ancora più indicati sarebbero frutta fresca o ortaggi crudi, come carote e finocchi.

Attenzione alla cena: deve essere l’ultimo pasto della giornata, prima di mettersi a letto. Prediligete alimenti leggeri alternando pesce, carni bianche, passato di verdure, uova e formaggi. Non fate mai mancare un contorno leggero di verdure cotte o crude.

Infine, ricordatevi di bere adeguatamente nel corso della giornata per garantire l’idratazione dell’organismo: acqua, tisane e bevande calde sono le migliori alleate. No alle bevande gassate, sì a un bicchiere di vino rosso.

Guarda la photogallery
La fame da noia!
Parola d'ordine: leggerezza!
La colazione
Dieta quarantena, il menù settimanale
+4