Chi l’ha visto, troupe minacciata sul caso Denise Pipitone: “Vi osserviamo, fate una brutta fine”

Foto
Gli inviati della troupe di Chi l'ha visto sono stati minacciati per le loro indagini su Denise Pipitone a Mazara del Vallo. Ecco cosa è successo.
- - Ultimo aggiornamento
loading

Rimane alta l’attenzione sul caso della sparizione di Denise Pipitone da Mazara del Vallo: la trasmissione Chi l’ha visto continua a raccogliere prove sulla figlia di Piera Maggio basandosi sui racconti divulgati negli anni dai testimoni.

Intanto la trasmissione è riuscita a verificare le segnalazioni che hanno interessato una ragazza brasiliana, la troupe di Chi l’ha visto è riuscita a rintracciarla telefonicamente scoprendo che la giovane si chiama Maria Grazia, ha 29 anni e purtroppo non è Denise.

Piera Maggio ha ringraziato la trasmissione per aver verificato le segnalazioni anche se non hanno portato all’esito sperato.

LEGGI ANCHE:– Chi l’ha visto, il mistero dell’auto bianca durante la diretta: il dettaglio notato mentre c’era l’intervista agli interpreti del caso Denise Pipitone

Nuovi dettagli da Chi l’ha visto sulla sparizione di Denise Pipitone. Foto: Kikapress

La redazione della trasmissione ha annunciato nuovi documenti esclusivi nella puntata di mercoledì 26 maggio, pubblicando uno stralcio di un interrogatorio fatto a Jessica Pulizzi durante il processo.

È il caso anche delle dichiarazioni di Battista Della Chiave e di un posto che potrebbe corrispondere alla descrizione effettuata tempo fa dall’uomo. Si tratta di un luogo nel cuore del paese: un cavalcavia sul fiume Mazaro, che gli inviati della trasmissione hanno raggiunto con le telecamere.

Sotto al cavalcavia ci sono tante barche a remi, proprio come quella descritta da Battista Della Chiave e a bordo della quale sarebbe stata portata via la bambina. Più avanti nelle stessa zona, si trovano un porticciolo e un faro come indicato tempo fa da Battista Della Chiave all’interprete della procura.

Guarda la photogallery
Le indagini di Chi l'ha visto
Denise in Ecuador? Le segnalazioni
Nuovi documenti verranno mostrati mercoledì 26 maggio
La testimonianza di Battista Della Chiave