Virginiana Miller: dopo sei anni torna la band livornese con “The Unreal McCoy”, un album completamente in inglese

Li avevamo lasciati ben sei anni fa alle prese con un “Venga il Regno”, un album cantato in italiano valido […]

Li avevamo lasciati ben sei anni fa alle prese con un “Venga il Regno”, un album cantato in italiano valido e ben accolto da pubblico e critica, prodotto da Ala Bianca. Da allora dei Virginiana Miller si erano quasi perse le tracce.

Fortunatamente la band indie rock livornese torna oggi sulle scene con un ottimo lavoro che segna un deciso cambiamento rispetto al passato. La cosa più evidente è che i testi, per la prima volta, sono tutti in inglese, quasi a voler rivendicare la vocazione internazionale di questo nuovo lavoro. “The Unreal McCoy”, questo il titolo dell’uscita in streaming, cd e vinile per Santeria/Audioglobe, si muove infatti su territori musicali diversi dal solito e che spaziano fra suggestioni sonore d’oltreoceano come rock, country rock o, più in generale, Americana, termine creato per identificare gli stili musicali tipici di quel vasto e composito paese.

Le storie narrate sono ritratti minimali di un’America immaginata da lontano (alla maniera della Malesia descritta da Salgari) ma che, non per questo, appare meno centrata. In primo piano le contraddizioni dell’oggi, come quella dell’uomo che sposa una giovane donna (Old Baller), crea una nuova famiglia e dimentica i precedenti figli. Il tutto nell’ambito di una sorta di concept album, decisamente riuscito ed egregiamente suonato, impreziosito da evocative atmosfere (Albuquerque) e da singoli di sicuro impatto, come la title track o “Soldiers on Leave”.

Dopo essersi formati nel 1990 a Livorno, i Virginiana Miller nel 1995, arrivano in finale al “Premio Ciampi” e al concorso “Indipendenti” di Fare Musica. Due anni dopo l’etichetta discografica Baracca & Burattini pubblica il disco di debutto “Gelaterie Sconsacrate” (1997). L’album raccoglie molte attenzioni da parte dalla stampa, consentendo alla band di salire sul palco del Foro Italico a Roma come supporter ai Simple Minds. Dopo alterne vicende e vari album la band incide il brano “Tutti i Santi Giorni” per l’omonimo film di Paolo Virzì. La canzone vince il David di Donatello 2013 e viene inclusa nell’album “Venga il Regno”, l’ultimo prima di questa nuova uscita, che viene poi pubblicato a settembre, anticipato dal singolo “Una bella giornata”.

Tonino Merolli

 

ROMA

Newsletter

Iscriviti a Funweek,
ogni settimana il meglio di
cinema, tv e gossip!