Unici, Nek: ‘Un album figlio della sperimentazione. Mi piacciono le contaminazioni’

Foto
Unici, Nek: ‘Un album figlio della sperimentazione. Mi piacciono le contaminazioni’ Esce venerdì 14 ottobre il nuovo album di Nek, Unici, che segue di quasi […]
-
loading

Unici, Nek: ‘Un album figlio della sperimentazione. Mi piacciono le contaminazioni’

Esce venerdì 14 ottobre il nuovo album di Nek, Unici, che segue di quasi due anni Prima di parlare, il progetto che conteneva il brano Fatti Avanti Amore, classificatosi secondo al Festival di Sanremo 2015.

Senza troppi giri di parole, Filippo ci tiene a precisare che Unici “arriva dall’energia forte dell’album precedente” e che rappresenta “il risultato di ciò che volevo raggiungere, del desiderio di mettermi al passo coi tempi”.

Nek riprende le sonorità elettroniche del precedente lavoro, ma in un certo senso le dosa e si spinge verso la sperimentazione e la contaminazione di altri generi, come l’RnB presente in Mia (“Mi piace la modernità di alcune sonorità” commenta il cantautore).

Sono 11 i brani che compongono la tracklist di Unici (“Ho scelto il titolo della canzone che più delle altre rimaneva al di fuori di ogni contesto” spiega Nek) e, tra i brani, spicca il duetto con J-Ax in Freud, chiara eredità dell’esperienza di Filippo come coach ad Amici.

“Con J-Ax c’è un rapporto umano. – dichiara il cantantautore – Per me in quel caso collaborare è eccitante, perché c’è meno strategia di quanto si pensi”.

Questo so di me è invece ispirato – liberamente – alla poesia Valore di Erri De Luca: “Mi ritengo un osservatore. – spiega Nek – Mi sono ispirato a quella poesia, ma non so De Luca come l’abbia presa. Non so neanche se gli interessi (ride ndr)”.

C’è spazio poi per l’amore per le proprie origini ne La mia terra e per la delicatezza di In braccio, che “sottolinea un aspetto della vita verso cui siamo spesso indifferenti, l’importanza di stare vicino alle persone importanti”.

Prodotto da Nek insieme a Luca Chiaravalli e marterizzato poi a Miami da Antonio Baglio, Unici è per Nek “figlio del Filippo che vuole sperimentare”.

“Naturalmente non voglio andare troppo oltre. – aggiunge Filippo – Mi misuro con me stesso e con i passi che riesco a fare, nel senso che non faccio dischi reggae o jazz, però mi piacciono le contaminazioni. Fondamentalmente faccio pop, che mi piace sporcare con altri stili musicali. O almeno ci provo”.

Nek, l’instore tour

Nek incontrerà i fan negli store delle principali città italiane, questi gli appuntamenti: il 14 ottobre a Roma, Mediaword cc Porte di Roma, h. 18.00, il 15 ottobre a Milano, Mondadori, Piazza Duomo, h. 17.00, il 16 ottobre a  Stezzano (BG), Mediaworld, cc Le Due Torri, h. 16.00, il 17 ottobre a Torino,  Trony/Coop cc Parco Dora, h.17.30, il 18 ottobre a  Marghera (VE), Mondadori cc Nave de Vero h. 17.30, il 19 ottobre a Verona, Euronics/Iper cc Le Corti Venete, h. 17.30, il 21 ottobre a  Bari, Feltrinelli, Via Melo, h.17.00, il 22 ottobre a  Napoli, Feltrinelli, Piazza dei Martiri, h. 16.00, il 23 ottobre a  Palermo, Mondadori, Via Ruggero Settimo, h. 16.00 e il 25 ottobre a Rimini, Mediaworld, cc Romagna Center – Savignano sul Rubicone h. 17.00

Newsletter

Iscriviti a Funweek,
ogni settimana il meglio di
cinema, tv e gossip!

 
Guarda la photogallery
Unici, Nek: ‘Un album figlio della sperimentazione. Mi piacciono le contaminazioni’
Unici, Nek: ‘Un album figlio della sperimentazione. Mi piacciono le contaminazioni’
Unici, Nek: ‘Un album figlio della sperimentazione. Mi piacciono le contaminazioni’
Unici, Nek: ‘Un album figlio della sperimentazione. Mi piacciono le contaminazioni’
+1
Newsletter

Iscriviti a Funweek,
ogni settimana il meglio di
cinema, tv e gossip!