Tornano in Italia a maggio per quattro date live i Moon Duo

Il duo rock psichedelico di San Francisco Moon Duo, presenterà il nuovo album “Stars Are the Light”, settimo album che segna una svolta nel loro percorso umano e musicale
-

A maggio torneranno in Italia i Moon Duo, il duo rock psichedelico di Riipley Johnson dei Wooden Shjips e Sanae Yamada. Presenteranno (nel tour organizzato da DNA Concerti) il loro ultimo album “Stars Are The Light”, uscito lo scorso settembre su Sacred Bones, a distanza di due anni dai precedenti “Occult Architect” Vol. 1 e 2.

Moon Duo

Tornano in Italia a maggio per quattro date live i Moon Duo

I Moon Duo nascono a San Francisco nel 2009 dall’unione di Ripley Johnson dei Wooden Shjips con Sanae Yamada, coppia non solo sul palco ma anche nella vita. Inizialmente ispirati dal leggendario duo di John Coltrane e Rashied Ali, i Moon Duo si sono poi avvicinati a band come Silver Apples, Royal Trux, Moolah, Suicide e Cluster. Chitarre acide, riff kraut, drum muchine, distorsioni, riverberi e voce sussurrante sono gli elementi che hanno caratterizzato il suono straniante e lisergico del duo sino ad oggi.  Ripley e Sanae hanno dato alle stampe nel 2011, dopo “Escape” del 2010, il vero e proprio album di debutto intitolato Mazes, seguito poi nel 2012 da Circles, da Shadow of The Sun nel 2015 e da “Occult Architect” Vol. 1 e 2 del 2017.

Leggi anche:– Mardi Gras: uscito il nuovo singolo From Zero to One

“Stars Are The Light” è il loro settimo album e la band lo sta presentando al mondo con un tour che toccherà l’Italia a maggio per quattro imperdibili date. Negli ultimi anni hanno saputo conquistare una fetta di pubblico sempre crescente, consolidando la loro posizione e affermandosi come una delle band psych più importanti a livello mondiale. Con “Stars Are The Ligh” si lasciano alle spalle l’indagine sull’occulto e sul trascendentale che caratterizzava “Occult Architect” incentrando il loro nuovo disco sul punto di incontro tra la dimensione metafisica, il mondo dell’astratto, e il terreno, il mondo del concreto. “Siamo cambiati” afferma Yamada “la natura della nostra collaborazione è cambiata, il mondo è cambiato e volevamo che la nostra nuova musica riflettesse questo”.

L’album ha una sonorità allo stesso tempo ondulata e propulsiva; la danza è il tema portante ed è al centro di un grande nodo che collega il corpo alle stelle. Sono canzoni che parlano dell’esperienza umana nella sua dimensione carnale – amore, cambiamento, incomprensione, lotta interna, gioia, miseria, alienazione, discordia, armonia, celebrazione – interpretate come una sorta di danza, sia in relazione agli altri che in relazione all’intero universo. Prendendo la disco dagli accenti più groovy come punto di partenza, “Stars Are The Light” contiene elementi funk anni ’70 e rave anni ’90. Il suono caratteristico della chitarra di Johnson si esprime nella sua forma più languida e raffinata, mentre i synth di Yamada e la sua voce onirica sono messi in primo piano per creare un sound che invita il corpo a muoversi.

Le date italiane:

6 maggio 2020 – Rivoli (TO) – Circolo della Musica

Biglietto 12€ + d.p. – www.vivaticket.it

7 maggio 2020 – Roma – Monk

Biglietto 13€ + d.p. – www.i-ticket.it / 15€ alla porta

8 maggio 2020 – Ravenna – Bronson

More info coming soon

9 maggio 2020 – Firenze – Annibale Festival

Biglietto 15€

Crediti foto@Ufficio Stampa DNA Concerti