Manuel Rinaldi canta “Adele”, la nostra intervista

Foto
Abbiamo raggiunto telefonicamente Manuel Rinaldi cantautore emiliano di cui è uscito recentemente il nuovo singolo“Adele”. Contenuto nel disco “10 Minuti” (disponibile nei negozi tradizionali, in […]
-
loading

Abbiamo raggiunto telefonicamente Manuel Rinaldi cantautore emiliano di cui è uscito recentemente il nuovo singolo“Adele”. Contenuto nel disco “10 Minuti” (disponibile nei negozi tradizionali, in digital download e su tutte le piattaforme streaming), è un brano che non lascia spazio alle banalità ma cerca di sorprendere, far riflettere e anche sorridere.

“Sono quelle canzoni che ti vengono fuori così, che non hanno bisogno di essere lavorate più di tanto – racconta Manuel – Parla di una bambina di due anni che riceve consigli da un padre su quelle che potrebbero essere le difficoltà della vita. La strofa per questo è come una sorta di cantilena che poi sfocia in un ritornello che invece è più duro, rock”.

10Minuti”, il disco da cui è tratto Adele, è un album dalle sonorità brit-rock e testi intrisi di provocazioni e ironia, dove la melodia orecchiabile si affianca al sound più ruvido della chitarra di Manuel. L’album contiene canzoni dirette e immediate che trattano tematiche di vita quotidiana e di introspezione; dalla ricerca di certezze all’amore di un padre verso la figlia, dalla rabbia e insoddisfazione alla necessità di darsi da fare senza piegarsi ai compromessi.

Manuel ama un cantautorato italiano che lui definisce un po’ fuori dagli schemi “In Italia ci sono schemi musicali da tenere sempre presenti. Le cose vanno dette in una certa maniera, ci sono dei vincoli.”

Ma ci sono artisti che questi vincoli li hanno ignorati “Vasco Rossi, Battisti, Rino Gaetano, Battiato hanno questo modo di scrivere tutto loro.” Dire le cose rispettando se stessi e alla propria maniera, questo è ciò che piace a Manuel.

Scoprite di più nella nostra video intervista.

Guarda la photogallery
Manuel Rinaldi Intervista
Manuel Rinaldi Intervista
Manuel Rinaldi Intervista
Manuel Rinaldi Intervista
+2