Il Pagante, intervista al fenomeno pop nato da Facebook

Foto
Il Pagante è un gruppo che sta riscuotendo un successo enorme soprattutto tra i più giovani. Con le loro canzoni creano vere e proprie tendenze, due […]
-
loading

Il Pagante è un gruppo che sta riscuotendo un successo enorme soprattutto tra i più giovani. Con le loro canzoni creano vere e proprie tendenze, due loro produzioni sono intitolate Balza e Sbatti, diventate ormai parole di uso quotidiano nel gergo dei ragazzi.

Raccontano la realtà con ironia e satira <<Ci piace guardare il mondo con gli occhi dei ragazzi che ci seguono, immedesimarci in quello che fanno loro, descrivere questo mondo>> diconoIl loro ultimo video Vamonos, è targato Warner e racconta la vacanza del ragazzo "pagante" alla volta della isla, che siano Baleari o le isole greche. Il Pagante non è solo il trio composto da Federica Napoli, Edoardo Cremona (in arte Eddy Veerus) e Roberta Branchini, ma fanno parte del progetto anche Alfredo Tomasi e Guglielmo Panzera, gli ideatori della pagina Facebook da 150.000 like.

Ho raggiunto telefonicamente Alfredo e Federica per capire meglio questo fenomeno inarrestabile.

Partiamo dal presente. Vamonos debutta al n.1 in classifica Itunes e il vostro gruppo sul web ha raggiunto le 10 milioni di visualizzazioni. Vi aspettavate tutto questo successo?

Federica: Il progetto è nato dal nulla, esisteva una pagina Facebook gestita da Alfredo Tomasi e Guglielmo Panzera. Roberta Branchini ed io abbiamo deciso di trasformarla in un progetto musicale. Tutto ciò nessuno se lo aspettava, il primo video è stato girato con uno smartphone. Col tempo abbiamo iniziato a prenderci più sul serio grazie al riscontro dal pubblico. Abbiamo migliorato video, produzioni e testi.

Alfredo: Vamonos sta riscuotendo un ottimo successo. Abbiamo investito molto e quindi un po' di aspettativa l'avevamo, siamo volati a Formentera per girare il video. Quello che non ci aspettavamo è il successo in generale del format. Da uno smartphone al contratto con una major, siamo davvero contenti.

Oltre la parodia, oltre l’ironia, all’interno del vostro progetto c’è anche della critica? 

Alfredo: Non critica ma sicuramente qualche spunto di riflessione.

Vi piace che la realtà giovanile sia quella che descrivete nella canzoni?

Alfredo: Questo è un bell’argomento. Noi non puntiamo a fare critica, puntiamo a divertirci e fare qualcosa di spontaneo. Gli argomenti da trattare riguardo la realtà giovani d'oggi ci sono: è meno presente il concetto di rapporto interpersonale, si è legati all’immagine, all’apparenza, all’ostentare. Ovviamente questo c’è da sempre ma oggi trovo che sia diventata maniacale.

Federica: La mia generazione, noi, non siamo nati nella tecnologia. Mentre i ragazzi nati 5 o 10 anni dopo sono figli della tecnologia. 

Alfredo: La loro società è una società delle reti, il divario generazionale è molto evidente nonostante la breve differenza d'età.

Il giovane pubblico la coglie l'ironia contenuta nel vostro progetto?

I fan delle serate sono pienamente coinvolti, dalla musica, dai testi, dall’animazione. Alla serata del Pagante vengono per divertirsi. Indubbiamente i più giovani apprezzano il prodotto in quanto canzone orecchiabile, l’EDM è il nostro genere musicale ed è la musica di tendenza con il target dei nostri fan.

 Come siete arrivati all’idea di comporre un trio?

Alfredo e Federica: L’idea è nata spontaneamente, Federica e Roberta erano conosciute a Milano. Federica faceva la pr. Siamo partiti forte subito e ci piaceva l’idea. In un secondo momento abbiamo capito che la cosa poteva davvero funzionare diventando addirittura un business, adesso Il Pagante è un vero e proprio format, un brand.

Cosa vi aspettate dal Coca Cola Summer Festival a roma?

Federica: Speriamo di vincere, vogliamo portare a Roma la nostra serata: Il Pagante è divertimento e coinvolgimento del pubblico. Siamo molto emozionati, non siamo abituati ad esibirci davanti a 50.000 persone in Piazza del Popolo.

Alfredo: Vorremmo fare la spruzzata con la bottiglia di Champagne anche sul palco del festival, dobbiamo solo capire la logistica della serata.

Avete all’attivo 7 canzoni. A quando un album?

Alfredo: Stiamo pensando a cose nuove per riuscire ad avere un buon numero di brani in breve tempo per poter pubblicare un vero e proprio album. Anche i brani che abbiamo già fatto molto probabilmente troveranno un loro spazio.

Federica: C’è un progetto in cantiere, vorremmo farlo uscire il prima possibile. Si parla di 2016, i brani che sicuramente veranno inseriti sono Vamonos, Faccio After e Pettinero, che ci hanno fatto conoscere in tutta Italia.

Come nascono le vostre collaborazioni? In Faccio After, c’è Guè Pequeno e in Vamonos troviamo le Donatella.

Alfredo e Federica: Le Donatella sono nostre amiche, specialmente di Federica. Abbiamo pensato a loro perché erano affini a Vamonos, al concetto di Isola. Hanno appena vinto l’Isola dei Famosi e sono molto amate. E’ stato un connubio tra la nostra e la loro isola.
Anche Guè Pequeno lo avevamo già conosciuto con i Club Dogo così gli abbiamo chiesto di partecipare ad una nostra produzione. Dietro a questi camei c’è un rapporto d’amicizia che ha reso più facile la proposta e la riuscita della cosa. 

Guarda la photogallery
Il Pagante, fenomeno pop nato da Facebook
Il Pagante, fenomeno pop nato da Facebook
Il Pagante, fenomeno pop nato da Facebook
Il Pagante, fenomeno pop nato da Facebook