Sanremo 2019, terza serata. Emozione Martini e ironia Vanoni sbancano

Tutto quello che c'è da sapere sulla terza serata del Festival: ospiti, esibizioni, curiosità. Anticipazioni sulla terza serata di Sanremo 2019.

Sanremo Festival 2019, terza serata, la più difficile in termini di ascolti. Claudio Baglioni, classe 1951, che Dio lo benedica, pronto a cantare le sue vecchie canzoni, per le prossime tre ore, interrotto suo malgrado dalle canzoni in gara. Le proposte cominciano a risuonare nelle orecchie. Nigiotti semplice e diretto, Ultimo apprezzato dal pubblico e del web, Irama corazzato con una giacca alla Bisio, Mahmood “Soldi”, Boomdabash, divertenti e leggeri, Cristicchi così intenso da guadagnarsi una standing ovation, Motta rock come pochi, cassa in quattro e sguardo tetro, Zen Circus: granitici. Molti i pezzi radiofonici in questo Sanremo e Baglioni ha il merito di aver avuto coraggio nella scelta e nel dirottamento. A fare da contr’altare la scelta degli ospiti, classicissimi e rigorosamente italici.

Si apre il girone dantesco di duetti e ospiti di Claudio Baglioni, il primo è quello spettacolare con con Antonello Venditti su Notte prima delle Esami, due pianoforti, uno bianco ed uno nero. C’è da dire che a Baglioni, con i suoi quasi settant’anni, non si può dire nulla. Ogni performance è stellare e se, da una parte, sarebbe facile fare ironia su un personaggio così esposto si deve anche ammettere che così come lui non ce ne ne sono in giro. Serata dopo serata a vincere è lui, la sua forza e la sua capacità di mantenere il palco ed il tempo al di là di ogni tensione o polemica inutile. A Venditti seguono Raf, Tozzi in un meddley super pop dance anni 80 che fa scuotere l’intera platea dell’Ariston.

Online il pubblico si diverte con l’hashtag trend di twitter che ironicamente è il tag errato: #sanremmo2019.

E’ il momento di una irresistibile Ornella Vanoni, autoironica all’inverosimile che si è divertita, accompagnata dalla Raffaele, a fare una imitazione di se stessa fino ad incontrare Patty Pravo sul palco.
Virginia Raffaele: “No non puoi andare a salutarla! E’ in gara!”
Ornella Vanoni: “Ma la Patty è una mia amica e io a una certa età faccio quello che mi pare!”

Tutto sul festival di Sanremo 2019

E’ il momento di Alessandra Amoroso, 10 anni di carriera emozionatissima e sinceramente grata per l’invito. Poi Fabio Rovazzi con la sua genialità tipica dell’outsider e a chiudere un set speciale dedicato a Mia Martini.

E’ Serena Rossi attrice e cantante a salire sul Palco di Sanremo 2019 e a condurre il tributo alla grande Mimì. Baglioni la ricorda attraverso un aneddoto legato al primo disco della giovanissima Martini, 1971, per il quale lo stesso Baglioni scrisse quattro canzoni.

Serena Rossi canta, Almeno tu nell’universo, proposta nello stesso Sanremo 1989. Con Baglioni duettano insieme sulle note del brano di Lauzi Fabrizio e sono lacrime di emozione. Su Rai 1 martedì il film tv dedicato alla grandissima artista, film prodotto da Luca Barbareschi.

Classifica finale in Rosso Boomdabash, Nino D’Angelo e Livio Cori, Patty Pravo con Briga, Anna Tatangelo
Blu: Simone Cristicchi, Irama, Mahmood, Ultimo. Giallo Motta, Nigiotti, Francesco e Zen Circus.

Nota stonata gli interventi dei conduttori, non si capisce bene l’intenzione degli autori che stentano a trovare qualcosa di veramente funzionale a Raffaele e Bisio soprattutto.

Motta, Nada, Claudio Bisio

Redazione

Ogni giorno cerchiamo i trend più significati del mondo dello spettacolo, società e della cultura.

ROMA

Newsletter

Iscriviti a Funweek,
ogni settimana il meglio di
cinema, tv e gossip!