Enrico Petrelli, autore della colonna sonora di The Lady: Lory Del Santo, una sperimentatrice Foto

Si chiama Enrico Petrelli ed è un giovane cantautore romano, il cui percorso artistico si è intrecciato a quello di […]

Si chiama Enrico Petrelli ed è un giovane cantautore romano, il cui percorso artistico si è intrecciato a quello di Lory Del Santo e della sua ormai celebre webseries 'The Lady'.

Enrico, in arte Deadstar, è infatti l'autore della sigla di chiusura della seconda stagione di 'The Lady' con il brano omonimo: alle spalle ha già importanti collaborazioni (ha duettato con Amanda Lear, che l'ha definito 'il nuovo Peter Gabriel') e un album in uscita a febbraio, basato sulla rivisitazione in chiave acustica di cover anni '80.

Ciao Enrico, partiamo subito dal singolo The Lady, scelto come sigla di chiusura della nota e omonima web serie. Com’è nato questo brano? So che è stato scritto appositamente per la web serie…

La canzone, come la collaborazione con Lory, è nata un po’ per caso. Sapevo che Lory stava cercando la nuova colonna sonora per la serie The Lady2, per questo le ho proposto di scrivere un pezzo “cucito” su misura, che fosse distintivo della serie e che non fosse stato già creato “prima”

Com’è stato collaborare con Lory Del Santo?

Lory è molto professionale, molto diretta, e abbastanza esigente. La chiave del suo successo è la sperimentazione: si è inventata un ruolo tutto nuovo che la vede produttrice, autrice e anche “montatore” della sua web serie. In Italia è una scelta azzardata ed audace per una donna, e per questo ho stima di lei. Con Lory si lavora bene, è intuitiva, rapida, ed ha un ottimo orecchio musicale

È uscito anche il video, ce lo spieghi un po’? Come mai hai scelto un’immagine fissa e il bianco e nero?

Il bianco è nero è stata una scelta stilistica ed estetica. Volevo unire il gioco “analogico” del bianco e nero e della grana,ovvero la ripresa “cinematografica” ad un effetto grafico “digitale”accentuando il contrasto dei movimenti tra un’immagine in primo piano ed una che si “incrosta” (come dicono i francesi), muovendosi, sullo sfondo. E’ anche qui una sperimentazione “nuova”

Hai collaborato anche con Amanda Lear, che pare ti abbia definito il ‘nuovo Peter Gabriel’. Cosa ne pensi di questa definizione, ti ci riconosci?

Amanda mi ha onorato con questa comparazione. Ha impreziosito i miei lavori con la sua voce unica e la sua intelligenza rara. Quando mi ha paragonato a Peter Gabriel sono stato lusingato. Subito dopo mi ha detto … “mi ricordi anche un po’ Mika” e le ho riposto “ora non cominciamo con gli insulti!” (lol)

So che stai lavorando a un album, puoi anticiparci qualcosa?

Si tratta anche qui di una sperimentazione: un cd di cover anni 90 in chiave acustica, un cd arrangiato con Paolo Castellani, pianista e compositore amico e complice di tutte le mie avventure discografiche e live. Il cd si chiamerà “Songs to make love” ed uscirà a Febbraio 2016, contiene anche “The lady” e come inedito un singolo “Get back (I want you in my bed”), Deadstar feat. The naked band, un gruppo di ragazzi che canta live un po’… è una sorpresa anche se il nome del progetto dice tutto.)

 

 

Guarda la photogallery
+2

Redazione

Redazione Funweek, il desk che ogni giorno gestisce notizie della testata

ROMA

Newsletter

Iscriviti a Funweek,
ogni settimana il meglio di
cinema, tv e gossip!