E’ morto Scott Weiland, ex frontman degli Stone Temple Pilots

Foto
Aveva 48 anni, Scotto Weiland, uno degli ultimi baluardi del grunge, voce riconoscibilissima di band come gli Stone Temple Pilots o i Velvet Revolver, eroe […]
-
loading

Aveva 48 anni, Scotto Weiland, uno degli ultimi baluardi del grunge, voce riconoscibilissima di band come gli Stone Temple Pilots o i Velvet Revolver, eroe tormentato destinato ad un infausto tramonto.

LE FOTO CHOC POCO PRIMA DI MORIRE 

Scott Weiland – si apprende sul suo profilo Facebook – è deceduto in Minnesota nel sonno sul tourbus con i Wildabouts, la sua ultima band con cui – aveva dichiarato egli stesso – si esibiva in piccoli club per guadagnare qualcosa, ben lontano dal clamore degli anni ’90 quando con i suoi Stone Temple Pilots pose una pietra miliare nel grunge prima con Core nel 1992 (8 milioni di copie vendute), poi con l’album di consacrazione – Purple (1994) – che li lanciò in vetta alle classifiche.

Una vita tormentata la sua, come quella di Kurt Cobain dei Nirvana – morto solo qualche mese prima dell’uscita di Purple – o di Layne Staley, degli Alice in Chains, deceduto nel 2002. L’outsider californiano di San Diego si è fatto spazio tra i punk rocker di Seattle, ma non è stato abbastanza forte da resistere alle droghe ed è stato irrefrenabilmente risucchiato nel suo male di vivere.

La sua profonda dipendenza da eroina l’ha più volte costretto a stop forzati – viene arrestato nel 1995 – e ad un innegabile atteggiamento autolesionista che l’ha allontanato da tutti. Gli Stone Temple Pilots, che hanno tentato di ricucire i rapporti con Scott Weiland, non sono riusciti a salvarlo dal baratro in cui è caduto rimpiazzandolo nel 2013 con il frontman dei Linkin Park, Chester Bennington.

Guarda la photogallery
E’ morto Scott Weiland, ex frontman degli Stone Temple Pilots
E’ morto Scott Weiland, ex frontman degli Stone Temple Pilots
E’ morto Scott Weiland, ex frontman degli Stone Temple Pilots
E’ morto Scott Weiland, ex frontman degli Stone Temple Pilots
+2