Chemical Brothers, concerto indimenticabile a Capannelle per Rock In Roma

Dopo la cancellazione del concerto a Bologna, i Chemical Brothers si esibiscono in uno show indimenticabile a Roma. Il pubblico è stato coinvolto in uno spettacolo interattivo e di grande effetto sui beat che hanno fatto ballare tante generazioni.

Dall’Università di Manchester al palco di Rock In Roma: più di 25 anni di The Chemical Brothers

Il 19 Luglio abbiamo assistito al concerto del duo elettronico The Chemical Brothers, in programma nel cartellone di Rock In Roma. Il pubblico accorso all’Ippodromo di Capannelle, numeroso ed entusiasta, ha avuto la fortuna di assistere ad un live-set di grande impatto e qualità. The Chemical Brothers – aka Tom Rowlands e Ed Simons – sono uniti in un sodalizio artistico che dura da più di 25 anni. I loro dj set negli anni si sono evoluti in spettacoli coinvolgenti e interattivi. I visual sono opera del regista Adam Smith, che lavora ai videoclip e dietro le quinte sin dagli esordi del fortunato duo elettronico.

Il concerto dei Chemical Brothers fra visuals, robot e luci stroboscopiche

A dare il via al concerto non poteva che essere Go, il singolo estratto dall’ultimo album – Born in the Echoes, pubblicato nel 2015. L’energia dei beat si fonde con le evoluzioni del visual di figure umane stilizzate e dai contorni geometrici luminescenti. Le riprese di danzatori, atleti, che ballano o corrono, indossano costumi sgargianti e impossibili, si alternano a figure composte da gradienti di colore, insetti ed altri elementi naturali, scritte o grafiche astratte e coloratissime. L’intera operazione visual cala il pubblico in un sogno a tratti ironico, a tratti inquietante. Gli effetti luci sono altrettanto spettacolari: raggi di luce viola proiettati sulla pista, imponenti file di luci gialle e rosse che riempiono lo schermo e sfere stroboscopiche.

Tom Rowlands e Ed Simons danno spettacolo dalla consolle: si abbracciano, si alternano a bordo palco per incitare la folla ed è evidente che si stanno divertendo almeno quanto chi si trova in pista. La setlist scorre senza fretta mentre i due Dj mixano con esperienza ed eleganza la bellezza di 24 tracce della loro discografia. A sorpresa dal palco arrivano dei palloni colorati, che il pubblico fa rimbalzare senza smettere di ballare; tutte le hit più conosciute – Free Yourself, Hey Boy Hey Girl, Elektrobank e Galvanize – sono accolte da boati di entusiasmo. Un live tutto da vivere e da ballare. È stato davvero impressionante quando è venuto il momento per due mega robot di ergersi sul palco, mandando il pubblico in delirio. Bilancio della serata: è stato un live set talmente bello da trasformarsi in un mega party.

— Rock in Roma line up e recensioni le trovi qui

The Chemical Brothers a Rock In Roma: la scaletta

  • Go
  • Do It Again
  • Free Yourself
  • EBW 12
  • Believe
  • EML Ritual
  • Chemical Beats
  • Swoon
  • Star Guitar
  • Got To Keep On
  • Hey Boy Hey Girl
  • Saturate
  • Elektrobank / Piku Playground
  • Escape Velocity
  • Acid Children / Under the Influence
  • Snow / Surface to Air
  • Galvanize
  • Song To The Siren / C.H.E.M.I.C.A.L. / Leave Home
  • Block Rockin’ Beats

Alessandra Zoia

Nata e cresciuta a Roma, mi piace girare per eventi con videocamera alla mano. Passioni in ordine sparso: arte, danza, calcio, comics, games e videogames, cinema, teatro, serie tv, musica. Book addicted. Sono una nerd prestata alla nightlife.

Newsletter

Iscriviti a Funweek,
ogni settimana il meglio di
cinema, tv e gossip!