Il 21 Luglio al Rock in Roma ha cantato il King della Trap Sfera Ebbasta. Foto

All'Ippodromo delle Capannelle Gionata Boschetti, in arte Sfera Ebbasta, ha conquistato tutto il suo pubblico accorso per la data del Rock In Roma 2018.

Il 21 Luglio al Rock in Roma ha cantato il King della Trap Sfera Ebbasta.

Al Rock in Roma il 21 luglio si è esibito Sfera Ebbasta, il “Trap King” della musica italiana. Gionata Boschetti, così si chiama realmente, è considerato uno tra i migliori rapper della scena contemporanea. È stato il primo artista italiano ad entrare nella top 100 mondiale della piattaforma di streaming Spotify.[6] Con il suo stile inconfondibile, ciuffo, occhiali rossi e un microfono con i simboli $ €, Sfera sale sul palco alle 22.00 con “Tran Tran”, saltando sulla piattaforma con una scritta luminosa con il suo nome.

Poi continua con “Bancomat”, “20 collane” e “Leggenda”. A “Scooteroni” tutto il pubblico urla. Sfera si scusa dell’assenza di Marracash e Guè Pequeno che con lui cantavano questo pezzo.
Poi “Lamborghini”, anche in questo caso senza Guè e Elettra Lamborghini. “Ah, per davvero/ Per davvero, ah” si sente, “XDVR” è il pezzo successivo. L’omonimo album, prodotto da Charlie Charles, è quello che l’ha portato al successo nel 2015. Sfera invita poi a fare una “C” con le mani e inizia il brano: “La C con la mano è da dove veniamo”. Ciny è la canzone. Poi “Mwaka Moon” e “Sciroppo”.

“Tesla”, la canzone con Capo Plaza, fa saltare tutto l’ippodromo, così come “New Wave”.  A “BRNBQ” l’artista invita il il pubblico eterogeneo a fare luce con i telefoni per poi urlare insieme: “Bravi ragazzi nei brutti quartieri”. Poi “Figli di Papà”, altro pezzo del 2016. A “Machika” vengono lanciati palloni di vari colori con simbolo del dollaro che continuano a volare per tutti i pezzi successivi.

“Qua non piove più, più, più / Giuro che era ciò che sognavo fin quando / È stato il mio compleanno / Tutti i giorni, sì da giorni / La mia stella brilla in cielo in queste / No, no, no, no, notti.”

La canzone è “Notti”, che viene introdotta esortando tutti ad affrontare i problemi della vita e lottare per raggiungere i propri obiettivi. Sfera Ebbasta poi invita ad alzare due dita in aria per “Peace & Love”, canzone del 2018 con Ghali e prodotta da Charile Charles. “Billion Headz Money Gang!” è “BHMG” la canzone successiva.

Poi “Uber”, “Serpenti A Sonagli” e  “XNX”. A “Ricchi X Sempre” negli schermi del Rock in Roma, accanto al palco, parte il lyrics, insieme a grafiche dei soldi. Il cantante invita a fare un cerchio nella mischia, in mezzo al pubblico. Sempre più grande. Inizia un coro per far crescere sempre di più il cerchio. Parte il singolo di platino “Visiera a Becco”:

“TomTom sempre in giro / Sto pensando ai soldi / A farli solo per me e i miei fratelli / Visiera a becco, TN ai piedi / Si muovono svelti.”
Le mani dell’Ippodromo sono in aria.

La prossima canzone la dedica a tutte le ragazze presenti: “Una tipa chic come te / Vuole un trap boy come me”. Il brano del momento, tutti lo conoscono: “Cupido”.

Arriva l’ultimo pezzo che non poteva non essere “Rockstar”, con il gesto delle corna, la mani di tutti sono per aria. Sfera Ebbasta ringrazia poi il suo pubblico, ringrazia Roma e se ne va.

— Tutta la line up e le recensioni di Rock In Roma 2018

Sfera Ebbasta al Rock in Roma 2018: scaletta

TRAN TRAN
BANCOMAT
20 COLLANE
LEGGENDA
SCOOTERONI
LAMBORGHINI
XDVR
CINY
MWAKA MOON
SCIROPPO
TESLA
NEW WAVE
BRNBQ
FIGLI DI PAPÀ
MACHIKA
NOTTI
PEACE & LOVE
BHMG
UBER
SERPENTI A SONAGLI
XNX
RICCHI X SEMPRE
VISIERA A BECCO
CUPIDO
ROCKSTAR

Guarda la photogallery
+3

ROMA

Newsletter

Iscriviti a Funweek,
ogni settimana il meglio di
cinema, tv e gossip!