Club Med Tignes: vacanze all inclusive sulla neve all’insegna della sostenibilità

Vi raccontiamo il Club Med Tignes attraverso le parole di Rabeea Ansari, Managing Director Sud Europa e Mercati Emergenti Club Med.
- - Ultimo aggiornamento
loading

La stagione invernale spalanca le sue braccia a tutti gli appassionati di montagna: una festa – ancora più sentita dopo la pandemia – a cui Club Med ha deciso di partecipare con un nuovo resort a Tignes, sulle Alpi francesi. Club Med Tignes sorge a 2100 metri di altitudine e si aggiunge agli oltre 40 resort di Club Med situati sulle Alpi francesi, italiane e svizzere.

In realtà Club Med è presente a Tignes dal 1958 e sostiene lo sviluppo di questa iconica località da oltre 60 anni. Il nuovo resort è frutto di un investimento di 128,9 milioni di euro e – grazie al lavoro dell’architetto Jean-Philippe Nuel – si integra perfettamente con l’ambiente circostante. Pietra alla base e larici nelle parti superiori che ospitano gli alloggi: l’edificio riprende gli elementi naturali della montagna, combinati con un design moderno, dato dai volumi in alluminio e dalle numerose vetrate.

«Club Med è stato creato nel 1950 dopo la Seconda Guerra Mondiale in Europa. – ha dichiarato Rabeea Ansari, Managing Director Sud Europa e Mercati Emergenti Club Med – All’epoca, le persone volevano godersi la vita, andare in vacanza, trascorrere tempo insieme per connettersi con la famiglia e con i cari. Esattamente in quel periodo, i fondatori di Club Med ebbero questa idea. Ora facciamo un salto in avanti. Siamo in post-pandemia e il Covid è stato un momento stressante per tutto il mondo. Le persone hanno voglia di creare di nuovo connessioni, stare con i propri cari e con la famiglia. Credo che il DNA di Club Med sia legato alla sua storia basata sulle connessioni delle persone e vogliamo sostenere ogni singola persona in questo. Vogliamo dare a tutti un po’ di pace mentale: noi ci occupiamo di tutto, le persone devono solo rilassarsi e godersi la vacanza».

Club Med Tignes vanta 430 camere, due ristoranti, un’immensa piscina e un’area benessere. Il bar Equinoxe, cuore pulsante del Resort, è un luogo di incontro e condivisione. Con un cenno al bosco circostante, lo spazio è rivestito da una grande capanna fatta di tavaillons, tegole di legno. Le ampie vetrate panoramiche offrono una vista mozzafiato sulle piste e sulle cime. Un panorama che si può ammirare anche dalla vasta terrazza soleggiata, esposta a sud: la più grande dei Resort alpini Club Med.

La sostenibilità e il programma Happy To Care

Grazie alla formula All Inclusive il relax è assicurato. Club Med si distingue tuttavia soprattutto per l’attenzione all’ambiente e al contesto socio-culturale in cui sorgono i resort.

«L’impegno nei confronti della sostenibilità va avanti da anni. – dice Rabeea Ansari – Passo dopo passo. Nel 1973 abbiamo avuto il primo water treatment a Mauritius. Nel 1978 abbiamo installato i primi pannelli solari e risale al 1978 anche il primo programma di sostenibilità. Ogni volta facciamo un passo in avanti, che aiuta i produttori e le risorse locali. Il nostro più grande impegno è però il programma Happy To Care, nato nel 2019. Ora per noi la sostenibilità è un pilastro».

Il Club Med Tignes, in questo senso, è il primo progetto Club Med ad ottenere la certificazione BREEAM al livello Very Good. Merito dell’installazione di pannelli solari fotovoltaici sui balconi, l’installazione di pompe di calore e la scelta di un isolamento termico innovativo e responsabile. E non solo: il programma Bye-Bye Plastic fa sì che non ci sia plastica monouso nei bar, nelle camere e nei ristoranti. A Tignes, Club Med ha infine lanciato un importante progetto paesaggistico per migliorare e arricchire l’ecosistema locale. Un centinaio di alberi di specie locali (pini cembri, larici, betulle, ecc.) sono stati piantati intorno al sito, per la gioia dei visitatori.

«Quando scegliamo una location vogliamo che la regione sia ben rappresentata e valorizzata in ogni aspetto. Quando costruiamo, lavoriamo con le imprese locali e assumiamo gente del posto. Ma onoriamo anche il territorio con escursioni e cibo locale. A Tignes puoi visitare una cheese factory, provare il vino locale, fare trekking. L’idea è sapere dove ti trovi, capirne la cultura ed è essenziale».

Lo sport

Le attività principali proposte da Club Med Tignes ruotano intorno agli sport invernali, almeno durante la stagione sciistica (anche in estate c’è un fitto programma di attività). Tignes si trova nel cuore della Val Claret, vicino ai laghi di Chevril e Tignes, ma anche alle porte del Parco Nazionale della Vanoise: culmina a 2.100 metri di altitudine e offre accesso diretto alle piste.

«Pensa che, nel 1950, Club Med è nato proprio per gli appassionati di sport. – ci dice Rabeea Ansari – L’idea era quella di riunire tutti gli appassionati di tennis, sci, calcio nello stesso posto per farli giocare insieme. Ora, in ciascuno dei nostri resort offriamo in media dalle 10 alle 15 attività sportive. Quindi se è tempo di neve, c’è lo sci o lo snowboard, si può fare trekking, usare le ciaspole. Lo sport per noi è una priorità, ma non vuol dire che sia sport ad alti livelli (al Club Med è possibile praticare sport sia a livelllo dilettante che avanzato, ndr). Si può imparare uno sport grazie a Club Med. E ci piace dire che siamo la più grande scuola sportiva al mondo».

Una proposta eccellente per chi ama la montagna: basti pensare che Club Med Tignes offre, incluso nel prezzo, lo ski pass per ogni ospite. Sono comprese nella formula all inclusive anche le lezioni di sci e snowboard: 25 ore di lezioni totali a settimana per ogni ospite incluse nel prezzo.

La Ski room è proprio ai piedi delle piste con area riscaldata, soffio d’aria per i guanti, oltre ad un’area dedicata agli scarponi, all’attrezzatura di alta gamma, ma anche un accogliente angolo con self-service di bevande calde, succhi e dolci dopo le discese.

Non solo sport

A Tignes si può praticare poi mountain bike e Biking Experience XXL ma anche fare passeggiate, sessioni di yoga, corsi di fitness. La scelta è infinita. L’importante è che nessun membro della famiglia, nessun ospite, venga trascurato.

«Le famiglie sono il cuore di Club Med, lavoriamo per loro. – conclude Rabeea Ansari – Il Mini Club è stato creato proprio da Club Med ed è stato poi fonte di ispirazione per i vari tour operator nei propri villaggi ed hotel. Il Mini Club è il programma per i bambini da 4-10 anni: qui imparano, si divertono, fanno show per i genitori. Il baby club è invece per i neonati da 4 mesi in avanti. I nostri sono impiegati certificati. Ogni membro della famiglia ha un programma dedicato».

Newsletter

Iscriviti a Funweek,
ogni settimana il meglio di
cinema, tv e gossip!

 
Newsletter

Iscriviti a Funweek,
ogni settimana il meglio di
cinema, tv e gossip!