Bonolis: " Ciao Darwin non è un prodotto trash, ma racconta il trash"

-
Bonolis:

Alla domanda se è rimasto dispiaciuto da queste critiche, Bonolis ha risposto: “Non mi dispiace, capisco i limiti del critico: si pongono delle etichette e si fa prima a giudicare le cose, è tutto molto sbrigativo. Anche il pensiero non deve soffermarsi troppo per capire. Alcuni prodotti che ho fatto non sono trash, ma racconti divertiti sulla surrealtà che viviamo quotidianamente e sono privi di ipocrisia. Si vive spesso una tv che sa essere ipocrita, quando c’è qualcosa di non ipocrita viene guardato con sospetto. Ciao Darwin non è un prodotto trash, ma racconta il trash, quello che viviamo tutti quanti noi facendo finta che sia una realtà comprensibile”