Roma, le anamorfosi nel Convento di Trinità dei Monti sono due

-
Roma, le anamorfosi nel Convento di Trinità dei Monti sono due

La prima anamorfosi, quella meglio conservata, fu dipinta da Emmanuel Maignan e si estende per circa sei metri sul corridoio del versante ovest del Convento. L’opera riproduce San Francesco di Paola in preghiera durante il miracoloso attraversamento dello Stretto di Messina.

La seconda si trova nel corridoio orientale e fu realizzata da Jean François Nicéron, che si cimentò in dipinto di ben 20 metri in cui è riprodotto San Giovanni mentre scrive l’Apocalisse.

Foto: Shutterstock