BAGBNB, turisti a mani libere: la start up romana conquista il mondo

La community degli "angels" nasce da un'esperienza condivisa dai turisti di tutto il mondo ed infatti, partendo da Roma, è arrivata non solo in Europa, ma anche in America e Asia

Chi non si è mai trovato a dover lasciare la casa in affitto o la stanza d’albergo entro le 11 del mattino, avendo il treno o l’aereo diverse ore dopo? In questo caso è impossibile programmare un ultimo giro nella città, carichi di borse e bagagli e si finisce per sprecare ore preziose che invece potrebbero essere trascorse piacevolmente magari facendo il classico shopping dell’ultimo minuto.

Partendo da questa esperienza, comune a tutti i viaggiatori, è nata BAGBNB, la start up dedicata al deposito bagagli che si occupa di “liberare le mani”, in senso letterale, ai turisti che hanno ancora qualche ora a disposizione per visitare le città in cui si trovano. L’idea è stata di tre ragazzi romani, Alessandro, Giacomo e Giulio e consiste in una community, un network di attività locali per il deposito delle valige, chiamate “Angels” e dislocate nelle principali città italiane, europee e mondiali.

Proprio così: BAGBNB è partita da Roma ed è arrivata a Parigi, Londra, Berlino, Praga, Madrid, Barcellona, Lisbona, Budapest, Amsterdam e Mosca, ma anche in America del Nord, in Canada, in America Latina e Australia. Oltre alle nuove aperture nel mercato asiatico: da Tokyo a Bangkok, passando per Seoul e Hong Kong.

Un percorso inverso quello della start-up e dei tre ragazzi: laddove infatti sono le idee americane a conquistare i mercarti europei, ecco un’iniziativa tutta italiana a essere stata importata nella patria della Sharing-Economy. Segno questo dell’alta qualità del progetto e dell’efficacia del network, che non solo ha messo a disposizione una rete diffusa in ciascun territorio dove poter lasciare i propri bagagli e godere delle ultime ore in città, – ma soprattutto sta garantendo un ritorno economico a ciascun deposito, permettendogli di ampliare la propria clientela, sostenendo così l’economia locale.

E’ infatti un dato di fatto che gli esercizi commerciali che si propongono come Angels guadagnano non solo grazie all’accordo commerciale che gli riconosce un tot per ogni bagaglio custodito, ma anche perchè il 70% dei turisti che lascia la valigia in un bar, ristorante o negozio finisce per acquistare qualcosa prima di andar via. Le attività locali arrivano a guadagnare anche tra i 3.000 e i 5.000 euro al mese solo con il servizio di BAGBNB.

Tutto il processo è tracciato e sicuro, gli utenti pagano sulla piattaforma e ricevono tutte le informazioni su dove lasciare il bagaglio, allo stesso modo il locale riceve un sms e una mail con tutti i dati dei turisti: le attività locali non non hanno nessuna responsabilità sul bagaglio, che sono coperti da una garazia di BAGBNB di € 500,00.
La customer experience è un valore molto importante per una startup ed infatti BAGBNB fin dal primo giorno offre sulla piattaforma un servizio di customer service attivo 24/24 a supporto sia dei turisti/viaggiatori ma anche dei partner per tutte le fasi di gestione del bagaglio. A breve verrà lanciata anche  l’Angel App, un’APP appositamente pensata per gli Angel, disponibile per IOS e ANDROID per rendere digitale e ottimizzare le procedure per i partner.
HostAbility

Facebook Comments
Francesca Di Belardino

Francesca Di Belardino

Giornalista, amante delle serie tv, gattara: amo l'innovazione, la tv, i libri di carta e cerco di scriverne meglio che posso. Ancora in attesa della mia lettera da Hogwarts.

The New Black

Trend e trendsetter