I Groundbreakers aprono la Maker Faire Rome 2019 tra innovazione, robotica e ricerca

Due ore dedicate all'innovazione e ai makers, con ospiti internazionali d'eccellenza. Ecco tutto quello che dovete sapere su Groundbreakers – Re:making the future

Tutto pronto per “Groundbreakers – Re:making the future”, la conferenza di apertura della “Maker Faire Rome – The European Edition”, che torna alla Fiera di Roma dal 18 al 20 ottobre 2019. L’iniziativa si svolgerà domani 17 ottobre, presso l’ex Caserma Guido Reni a Roma, dalle ore 17:45.

Saranno due ore dedicate all’innovazione, con la presenza di ospiti internazionali d’eccellenza. Si parlerà di manifattura innovativa, robotica, educazione, ricerca aerospaziale e molto altro ancora. Durante l’evento sarà trasmesso il video saluto di Luca Parmitano, direttamente dalla Stazione Spaziale Internazionale.

Leggi anche: Viral Octopus, nasce la piattaforma che tutela i talenti digitali

Tra gli speaker che parteciperanno ai Groundbreakers: Luciano Floridi, Alejandro Miguel San Martìn, Alex Braga, Antonio Bicchi, Brenda Mboya, Chiara Petrioli, Giuseppe Tannoia, Joachim Fargas, Kitty Yeung, Sara Krugman, Valentina Chinnici, Mike Szczys.

“Ci sono le buone idee. E poi ci sono quelli che le buone idee le trasformano in progetti e un pezzo alla volta costruiscono il futuro. Invenzioni concrete, tangibili, che nascono quando la passione si unisce all’ingegno e, soprattutto, quando le persone si ispirano a vicenda. La rete e le community – hanno spiegato Massimo Banzi e Alessandro Ranellucci, curatori di MFR 2019”.

Groundbreakers, protagonisti i makers e le loro idee innovative

“Da sette anni crediamo nel potere di quelle persone speciali che chiamiamo makers: quelli che si entusiasmano per i loro progetti e che vedono i problemi come grandi opportunità creative. Perché l’innovazione è quel processo infinito per cui quando si inventa qualcosa si è a un nuovo punto di partenza e non a un punto di arrivo. Questo è il nostro filo conduttore” – hanno aggiunto Banzi e Ranellucci.

Nel corso dell’evento sarà annunciato il vincitore di “Make Christmas Lights Acea”, il contest promosso da Acea spa. I partecipanti hanno dovuto elaborare un progetto di illuminazione artistica di alto livello per la città di Roma, in previsione del Natale. In gara ben 21 proposte arrivate da tutto il mondo.

Saranno presenti anche i vincitori del contest “Make to Care”, promosso da Sanofi Genzyme e giunto alla sua 4° edizione, con lo scopo di favorire la realizzazione e la diffusione di soluzioni innovative e utili, in base ai bisogni reali delle persone disabili.

La scelta di organizzare l’Opening Conference di MFR 2019 nel cuore della Capitale, anziché in Fiera come nelle ultime edizioni, ha l’obiettivo di “aprirsi” ulteriormente alla città. L’evento sarà trasmesso anche in diretta streaming ed è prevista la traduzione simultanea.

Maker Faire Rome
Facebook Comments
Rara PIol

Rara PIol

Giornalista, blogger e scrittrice

The New Black

Trend e trendsetter