Green Energy Storage, al via la produzione: 2 milioni di euro con il crowfounding

La startup dell’efficienza energetica chiude il crowdfunding a oltre 2 milioni. Obiettivo: potenziare la produzione dei sistemi di accumulo di energie rinnovabili e assumere nuovi talenti

Oltre 2 milioni di adesioni raccolte in tre mesi: è la cifra raggiunta da Green Energy Storage con la sua seconda campagna di crowdfunding aperta su Mamacrowd, la prima piattaforma italiana di equity crowdfunding per startup e PMI innovative.

Grazie a questo eccellente risultato- tra quelli di maggior successo di sempre, per la piattaforma- la startup trentina dell’efficienza energetica porterà avanti la produzione dei propri sistemi di accumulo di energie rinnovabili e assumerà nuovi ricercatori. Sono già aperte, infatti, le selezioni per la ricerca di un ingegnere meccanico, un ingegnere chimico e un ingegnere elettrico che si aggiungeranno agli oltre dieci profili di altissimo livello che formano il team R&D guidato dalla fisica trentenne Ilaria Pucher.

Entro la fine dell’anno, inoltre, verranno assunte più di trenta persone di varia estrazione da destinare al nuovo sito produttivo, che verrà insediato nello storico edificio botti all’interno del complesso manifattura di Rovereto, un vecchio sigarificio austroungarico che verrà portato nel futuro con la produzione della tecnologia di avanguardia di Green Energy Storage.

rinnovabili
“Con oltre 2 milioni di adesioni, la nostra campagna si conferma tra le più importanti di sempre in Italia: tanti investitori, grandi e piccoli, professionali e retail hanno confermato la fiducia nella nostra azienda e nelle nostre prospettive di crescita” commenta Salvatore Pinto, Presidente GES “Un grande risultato che ci mette in condizione di avviare la prima serie commerciale, per affermare la nostra soluzione sul mercato dello storage: possiamo essere un campione italiano ed europeo nel mondo delle batterie, per vincere la sfida globale contro il climate change.”

ENERGIA PULITA PER CITTADINI E IMPRESE- Obiettivo di questa nuova campagna è stata la raccolta di fondi per potenziare la produzione dei propri sistemi di accumulo di energie rinnovabili: batterie a flusso che- grazie alla innovativa tecnologia GES- permettono di accumulare un’elevata capacità di energia elettrica pulita, sfruttando la naturale energia del sole e del vento. Pensata per l’efficienza e il risparmio energetico di grandi edifici, comunità rurali, impianti di rinnovabili e rete elettrica, la batteria organica a flusso risponde alle nuove esigenze dei consumatori e del mercato, dimostrando l’effettiva attuabilità economica e tecnologica dei sistemi di accumulo di energia basata su AQDS (chinoni reperibili in natura, atossici e facilmente estraibili).

GREEN ENERGY STORAGE

Nata nel 2015, Green Energy Storage è una startup innovativa di professionisti italiani operanti nel settore dell’efficienza energetica, della ricerca e delle tecnologie d’avanguardia. Partendo da tecnologie acquisite dall’Università di Harvard, Green Energy Storage ha sviluppato un sistema di batterie a flusso a basso impatto ambientale che permette di utilizzare l’energia prodotta da fonti rinnovabili con flessibilità, riducendo contemporaneamente i costi.

La tecnologia a basso impatto ambientale, la scalabilità e la soluzione personalizzabile in base alle esigenze dei clienti hanno permesso a Green Energy Storage di guadagnare diversi riconoscimenti e finanziamenti all’interno del programma Horizon 2020 dell’Unione Europea, da parte della Provincia di Trento e dal Governo olandese, con un grant vinto nel 2018.

Facebook Comments
Francesca Di Belardino

Francesca Di Belardino

Giornalista, amante delle serie tv, gattara: amo l'innovazione, la tv, i libri di carta e cerco di scriverne meglio che posso. Ancora in attesa della mia lettera da Hogwarts.

The New Black

Trend e trendsetter