Patients Digital Health Award: un bando per migliorare le vite del paziente e del caregiver

Il nuovo bando premia l'innovazione digitale per migliorare la vita dei pazienti e quella di chi se ne occupa. L'Avviso, promosso dalla Digital Health Academy con circa 40 Associazioni di pazienti, si avvale del sostegno incondizionato di Fondazione MSD. Tutti i dettagli del bando Patients Digital Health Award

Patients Digital Health Award è il nuovo bando che premia l’innovazione digitale per migliorare non solo la vita dei pazienti ma anche quella di chi se ne occupa. L’Avviso, promosso dalla Digital Health Academy in collaborazione con circa 40 Associazioni di pazienti, si avvale del sostegno incondizionato di Fondazione MSD.

L’idea è nata dalle risposte emerse da un questionario, La Digital Health al servizio dei Pazienti, somministrato dalle Associazioni coinvolte ai propri associati: la grande partecipazione è servita a delineare il punto di vista dei pazienti, ma soprattutto a stabilire le coordinate per il bando.

“Crediamo molto in questo progetto. Si tratta di una nuova tappa della nostra Patient Academy, che rinnova, per l’ottavo anno consecutivo, l’impegno della Fondazione MSD a fianco delle Associazioni di Pazienti per rafforzarne il potenziale innovativo e strategico nel sistema salute. Un progetto distintivo non solo per il valore e l’attualità del tema ma soprattutto perché alimentato dalla competenza e dall’entusiasmo di tutte le Associazioni protagoniste” – ha dichiarato Goffredo Freddi, Direttore della Fondazione MSD.

Patients Digital Health Award: ecco tutti i dettagli dell’Avviso

L’Avviso è già online e c’è tempo per iscriversi fino al 25 settembre. Potranno inviare i loro progetti: startup; organizzazioni pubbliche e private che si occupano di ricerca scientifica e sanità; fondazioni a carattere scientifico, Enti Universitari pubblici o privati, aziende informatiche e di servizi; ma anche semplici cittadini.

Per Patients Digital Health Award sono state individuate 2 categorie:
-soluzione ideata e progettata ma che non ha ancora trovato realizzazione o applicazione nella realtà;
-soluzione tecnologica che è già stata sviluppata, sperimentata o utilizzata.

I progetti saranno valutati da una giuria composta dai rappresentanti delle Associazioni dei Pazienti, esperti di patient engagement (Domenica Taruscio, Direttore del Centro Nazionale Malattie Rare, Istituto Superiore di Sanità; Guendalina Graffigna, Direttore Centro Studi Assirm, Università Cattolica del Sacro Cuore), esperti di Digital Health (Antonietta Pannella eCristina Cenci della Digital Health Academy).

Si voterà online su una piattaforma dedicata per arrivare a stilare un elenco di progetti dei quali si discuterà in un incontro stabilito a chiusura del bando, per poi assegnare i Premi da parte delle Associazioni.

“Non dobbiamo mai dimenticare che la medicina è per le Persone, non per il profitto. A distanza di tanti anni, questa frase pronunciata da George Merck nel 1950 è ancora oggi parte integrante del nostro DNA, nostra continua ispirazione e autentico valore distintivo. Anche e soprattutto quando si parla di nuove tecnologie. Siamo, dunque, orgogliosi che la Fondazione MSD sostenga un progetto di engagement diretto delle Associazioni di Pazienti e delle Persone, riconoscendone appieno il valore nella trasformazione digitale in atto. Una trasformazione che nasce e ritorna alle Persone, mettendole al centro” – ha commentato Nicoletta Luppi, Presidente e Amministratore Delegato MSD Italia.

dottore

Rara PIol

Giornalista, blogger e scrittrice

The New Black

Trend e trendsetter