“L’impresa fa cultura”, contributi a fondo perduto per le PMI che promuovono i luoghi della cultura del Lazio

Dalla Regione Lazio 7 milioni di euro per promuovere il patrimonio culturale, con progetti di investimento incentrati sull'uso delle nuove tecnologie.

Si chiama “L’impresa fa cultura” il programma della Regione Lazio rivolto alle pmi che operano nel campo della valorizzazione culturale. L’obiettivo è promuovere il patrimonio regionale, incentivando progetti incentrati sull’innovazione e sulle nuove tecnologie.

Il bando consente di allestire spazi appositi all’interno dei “luoghi della cultura” (musei, biblioteche e archivi, parchi archeologici e tutti i luoghi rientranti nell’art.101 del Codice dei Beni Culturali) per sviluppare attività di promozione e valorizzazione, quali:

  • promozione di eventi e performance artistiche con forte impatto innovativo;
  • promozione di artisti e figure connesse all’artigianato artistico, nonché delle specificità produttive dei territori;
  • attività laboratoriali innovative, in funzione dell’allestimento di mostre temporanee per l’esposizione dei prodotti realizzati;
  • miglioramento del networking tra le strutture interessate.

I progetti dovranno essere realizzati in un periodo massimo di 12 mesi.

Impresa fa cultura: chi può partecipare, cosa finanzia

Possono partecipare le micro, piccole e medie imprese (PMI), in forma singola o aggregata, regolarmente costituite.

La Regione ha individuato alcuni luoghi prioritari:

  • Luoghi appartenenti ai sistemi di valorizzazione del patrimonio culturale regionale (Città d’Etruria, Ville di Tivoli, Città di Fondazione come luoghi del contemporaneo, Cammini della Spiritualità, Ostia Antica e Fiumicino, Via Appia Antica);
  • Luoghi compresi nei sistemi museali e nei sistemi bibliotecari riconosciuti dalla Regione Lazio;
  • Beni culturali individuati nel programma di valorizzazione Art Bonus- Regione Lazio.

Impresa fa cultura finanzia a fondo perduto fino all’80% del programma di investimenti complessivo, entro un massimo di 200.000 euro.

Il finanziamento copre spese relative a:

  • brevetti, licenze, know-how o altre forme di proprietà intellettuale;
  • servizi di consulenza specialistica finalizzati allo sviluppo del progetto;
  • materiali, attrezzature, strumenti, dispositivi, tecnologie ICT, software e applicativi digitali;
  • certificazioni di processo e prodotto, inclusi i sistemi di gestione ambientale;
  • costi per personale dipendente nelle Aree di Specializzazione “Beni culturali e tecnologie della cultura”;
  • costi di fidejussione;
  • costi per la comunicazione, la promozione e per la partecipazione a fiere e manifestazioni internazionali;
  • costi indiretti in misura pari al 15% dei costi di personale

Modalità di presentazione e scadenza

La candidatura al bando Impresa fa cultura può essere sottoposta esclusivamente in modalità telematica, attraverso la piattaforma regionale SIGEM, entro e non oltre le ore 12,00 del 30 aprile 2019.

 

Finanziamenti Regione lazio contributi fondo perduto tasso agevolato

The New Black

Trend e trendsetter