Contributi ai giovani imprenditori. Nuovo Bando ISMEA per l’acquisto di terreni agricoli

Il nuovo bando ISMEA prevede un'asta per l'acquisto di terreni agricoli da parte di giovani imprenditori. L'obiettivo è rilanciare l'agricoltura, l'occupazione e la tutela ambientale. C'è tempo fino al 2 dicembre.

Pubblicato il nuovo Bando ISMEA per l’acquisto di terreni agricoli a condizioni agevolate da parte di giovani imprenditori. Un’opportunità da non perdere per chi sogna di avviare un’attività in questo settore.

L’obiettivo del Ministero delle Politiche Agricole è valorizzare il patrimonio fondiario pubblico e riportare all’agricoltura anche le aree incolte, incentivando soprattutto il ricambio generazionale nel settore.

Con questo secondo bando ISMEA mette all’asta ben 7.700 ettari, distribuiti su tutto il territorio nazionale.

Una prevalenza di terre al sud, ma buone opportunità anche nel Centro Italia: oltre 3.700 ettari disponibili (1.100 ettari in Umbria e Toscana, circa 700 nel Lazio e in Abruzzo).

L’iniziativa è stata avviata nel 2017 con la costituzione della Banca delle Terre Agricole, un sistema avanzato di consultazione della disponibilità fondiaria per facilitare l’individuazione di terreni pubblici in vendita.

Sul sito di ISMEA, tramite autenticazione, è possibile visualizzare tutti terreni pubblici all’asta, disporre delle principali informazioni relative all’ubicazione, alle caratteristiche agronomiche, alla tipologia di coltivazione, alla particella catastale georeferenziata.

L’opportunità deve essere sfruttata in congiunzione con altre agevolazioni per lo startup di nuove imprese agricole: ad esempio strumenti come i mutui a tasso zero per gli investimenti da parte di under 40, la possibilità di incrementare del 25% gli aiuti europei nel settore e l’esenzione totale dal pagamento dei contributi previdenziali per i primi 3 anni di attività per le nuove imprese agricole condotte da giovani.

 

Bando ISMEA per l’acquisto di terreni agricoli da parte di giovani imprenditori: come partecipare

Chiunque potrà accedere al sito www.ismea.it e avviare la ricerca per regione. Sono disponibili tutte le caratteristiche dei terreni, la loro posizione, le tipologie di coltivazioni e i valori catastali. Gli utenti potranno consultare la Banca anche per grandezza dei terreni disponibili, potendo fare così ricerche più mirate a seconda delle esigenze produttive.

La procedura di partecipazione sarà la seguente:

  1. manifestazione d’interesse, attraverso Banca della Terra, per uno o più lotti;
  2. procedura competitiva a evidenza pubblica tra coloro che hanno manifestato interesse a seguito di avviso pubblico;
  3. possibilità di mutui agevolati Ismea se la richiesta è effettuata da giovani.

La manifestazione di interesse non comporta nessun obbligo, ma è necessaria per poter concorrere all’acquisto.

Le risorse finanziarie ottenute della vendita dei terreni saranno utilizzate da Ismea per incentivare i giovani imprenditori, attraverso contributi per primo insediamento, subentro e sviluppo delle giovani imprese.

I terreni saranno venduti a corpo e non a misura, con accessioni, pertinenze, diritti e servitù, oneri, canoni e vincoli anche non noti e non trascritti.

Tutti coloro che avranno manifestato interesse per un terreno e che risulteranno in possesso dei requisiti richiesti, saranno chiamati a partecipare alla procedura di “vendita senza incanto”: ossia il terreno sarà aggiudicato al concorrente che avrà offerto il prezzo più elevato rispetto alla base d’asta.

C’è tempo fino al 2 dicembre. Tutte le informazioni sul sito di ISMEA.

 

colloquio di lavoro
Facebook Comments

The New Black

Trend e trendsetter