Stirapp, la sharing economy semplifica la vita: ecco come Video

Un servizio di lavo e stiro professionale, che si gestisce da un'app, a prezzi contenuti e con consegna a domicilio: a chi non piacerebbe?

Lavare e stirare non è precisamente un divertimento: c’è infatti chi lo fa per lavoro e semplifica così la vita a chi non può farlo giornalmente a casa propria. Ma non pensate al classico giro in lavanderia: Stirapp, servizio di lavo e stiro con consegna a domicilio, ha rivoluzionato questo sistema.

Stirapp si basa infatti sulla sharing economy: il servizio viene gestito da piccole lavanderie di quartiere e da stiratrici a domicilio, mentre l’utente finale può richiedere il servizio facilmente tramite un app e concordare ritiro e consegna degli indumenti lavati e stirati, che avviene massimo in 48 ore.

Un’idea che si è rivelata vincente per tutte le parti in causa: i piccoli operatori che vedono ampliato il proprio giro d’affari e il singolo cittadino che, ad un costo contenuto, ottiene un grande aiuto per un’incombenza quotidiana che di solito è molto più costoso delegare.

Al momento per sostenere Stirapp è stata lanciata una campagna su CrowFundMe: la risposta degli utenti è stata molto positiva durante i primi 10 mesi di lavoro, con oltre 24mila capi consegnati e 2500 utenti registrati. Per ora il servizio è attivo a Modena, città da cui è partito, Rimini, Riccione, Reggio Emilia, Parma, Sassuolo, Maranello, Fiorano, Formigine.

L’obiettivo, se la campagna dovesse andare bene, è estendere Stirapp anche in altre città e creare partnership con altre imprese locali, come è già accaduto con banche e aziende del modenese che hanno stipulato una convenzione.

rifugiati
Facebook Comments

Francesca Di Belardino

Giornalista, amante delle serie tv, gattara: amo l'innovazione, la tv, i libri di carta e cerco di scriverne meglio che posso. Ancora in attesa della mia lettera da Hogwarts.

The New Black

Trend e trendsetter