#GreenHeroes, Alessandro Gassman racconterà storie di buona economia ambientale

"Non è un movimento politico, la cura del Pianeta non deve avere un colore politico; deve avere solo un briciolo d’intelligenza e attenzione in più" - ha precisato l'attore romano. Ecco come è nata l'iniziativa

Alessandro Gassman ha lanciato, lo scorso 26 gennaio, l’iniziativa #GreenHeroes: si tratta di un progetto che mira a raccontare la storia di persone che hanno costruito attività di buona economia ambientale, secondo politiche sostenibili.

L’attore romano, che ha condiviso la sua idea su Twitter, si farà aiutare da esperti del Kyoto Club. “Vi presento una iniziativa che è per me importante- #greenHeroes, promuoverà tutti coloro, aziende, singoli cittadini, che con il loro lavoro praticano attività ecosostenibili e pensano con successo al futuro del pianeta” – si legge nel tweet.

Leggi anche: “Mangiare meno carne rossa per la nostra salute e quella del pianeta: il report”

“Quando si parla di tematiche verdi c’è ancora chi storce il naso, chi dice che i problemi veri sono altri. Molti non sanno ancora quanto sia remunerativa la sostenibilità”, ha spiegato Gassmann in un’intervista a La Stampa.

Alessandro Gassman e #GreenHeroes: ecco come è nata l’iniziativa

#GreenHeroes diffonderà ogni settimana, attraverso Alessandro Gassman, la storia di un “eroe verde”: parliamo di una persona o un’azienda, che opera con successo da tempo, producendo lavoro e salvaguardando al tempo stesso il Pianeta. Un’iniziativa nata con lo scopo di divulgare modelli di green economy e incoraggiare altre imprese a seguire politiche ambientali in Italia.

L’attore ha precisato a La Stampa che non si tratterebbe assolutamente di un movimento politico, bensì di una collaborazione scientifica:

Annalisa Corrado, ingegnere meccanico e responsabile tecnica di Kyoto Club e di AzzeroCO2, mi ha contattato perché vedeva che spesso mandavo tweet che riguardavano l’ecologia. Da lì è nata questa collaborazione, che non è politica ma scientifica. Abbiamo fatto una riunione a Roma al Kyoto Club, dove alcuni scienziati mi hanno spiegato molte cose. Non è un movimento politico, la cura del Pianeta non deve avere un colore politico; deve avere solo un briciolo d’intelligenza e attenzione in più. Sono convinto che questa si trovi sia a sinistra che a destra che al centro” – si legge ancora nell’intervista.

Un modo, dunque, per fare informazione e diffondere realtà concrete di buona economia, nel rispetto della Terra e dell’ambiente che ci circonda. Affinché i #GreenHeroes possano essere sempre più numerosi.

“Chiederò anche ad altri personaggi pubblici, dello spettacolo, della cultura e dello sport, di partecipare, dando visibilità a coloro che stanno facendo del bene al Pianeta. Mi auguro che la cosa si allarghi anche ad altre persone, che capiscano l’importanza di questa piccola missione” – ha concluso Gassman.

società sostenibili
Facebook Comments
Rara PIol

Rara PIol

Giornalista, blogger e scrittrice

The New Black

Trend e trendsetter